Ci sarà Matteo Giorgi (classe 2003, foto) al fianco di Lorenzo Mei nel ruolo di secondo libero nella stagione prossima che vedrà la Montesi tornare ad affrontare il campionato nazionale di Serie B. "La chiamata in B – dice Matteo Giorgi – non me la aspettavo e appena ho saputo della notizia quasi non ci credevo e non stavo veramente nella pelle". La società ha ritenuto giusto...

Ci sarà Matteo Giorgi (classe 2003, foto) al fianco di Lorenzo Mei nel ruolo di secondo libero nella stagione prossima che vedrà la Montesi tornare ad affrontare il campionato nazionale di Serie B. "La chiamata in B – dice Matteo Giorgi – non me la aspettavo e appena ho saputo della notizia quasi non ci credevo e non stavo veramente nella pelle". La società ha ritenuto giusto continuare a puntare sui propri giovani e Matteo Giorgi è un prodotto del ricco vivaio Montesi e sarà anche il giocatore più giovane del gruppo. A proposito delle aspettative Giorgi dice: "Sicuramente mi aspetto di crescere come giocatore, sia mentalmente che tatticamente. Avendo davanti a me Lorenzo Mei che è uno dei liberi più forti della zona e del passato campionato di Serie C, cercherò di calarmi bene nel ruolo di libero che comunque per me è una cosa nuova. Lo osserverò in ogni movimento in allenamento per carpire tutti i trucchi del mestiere da libero". In conclusione Giorgi ci tiene a ringraziare la Società tutta, in particolar modo il coach Maurizio Fabbietti e il diesse Massimo Antonini per l’occasione che gli viene offerta in quanto conclude "A soli 17 anni in B non me lo sarei mai aspettato". Dopo le conferme di Cardinali, Cristiano e Schiaratura, il reparto degli schiacciatori si completa con l’arrivo di Luca Sabatini, classe 2001 proveniente dal vivaio Virtus Volley Fano, società con la quale prosegue proficuamente una collaborazione da alcuni anni. Lo stesso Luca Sabatini spiega perché ha scelto Pesaro: "La Montesi è una società che ho sempre conosciuto sin da quando ho iniziato a giocare a pallavolo, come rivale e non, grazie anche alle collaborazioni a livello giovanile degli anni scorsi. La chiamata in serie B mi ha reso molto felice perché so di poter contare su una società molto seria e degli allenatori altrettanto seri e competenti. Inoltre conosco già alcuni componenti della squadra".

Beatrice Terenzi