Quotidiano Nazionale logo
24 apr 2022

"Siamo molto contenti di dare gioie alla città"

Sereni mostra soddisfazione: "Siamo partiti per la salvezza, poi abbiamo alzato l’asticella. Adesso vediamo dove arrivare"

Rolfini e Sereni, prima di un abbraccio che vale più di mille parole
Rolfini e Sereni, prima di un abbraccio che vale più di mille parole
Rolfini e Sereni, prima di un abbraccio che vale più di mille parole

Marcello Sereni ha coronato la prova di Pesaro con un gol, l’undicesimo personale e con un assist per Rolfini dopo aver fallito il bis, nella ripresa: "Siamo partiti molto bene - racconta nel dopo partita -, in venti minuti il pressing ci ha aiutato a creare le occasioni da gol, ma abbiamo avuto anche un possesso palla molto buono, soprattutto nel primo tempo, in cui siamo stati bravi a sfruttare le occasioni e a indirizzare la partita a nostro vantaggio. Mi stanno criticando per i gol sbagliati, la freddezza sotto porta è fondamentale per un attaccante, mi dispiace più per il gol fallito a Siena, ma anche lì avevo fatto una buona partita. Poi stavamo giocando per far segnare anche Rolfini e sono felice di avergli servito la palla per il gol. Adesso mi dovrà offrire qualcosa per questo assist". Lo scorso anno Sereni è retrocesso con il Ravenna, quest’anno i playoff con l’Ancona: "È una squadra molto giovane che ha tanta voglia di far parlare di sé, ai playoff ci saranno grandi partite, verranno tante persone, per noi sarà una grande occasione. Lo scorso anno è stato complicato, più che per me per la squadra in generale, mentre quest’anno il direttore sportivo e il mister mi hanno dato tanta fiducia". Magari non se lo aspettava, la scorsa estate, di fare undici gol: "La speranza c’è sempre, e me ne aspettavo anche qualcuno in più, visto che me ne sono mangiati parecchi. È stata una stagione regolare positiva, per me, a livello di numeri, ma ora ci sono i playoff per dare ancora qualcosa". E conclude con il giudizio sulla stagione regolare della squadra: "Siamo partiti con l’obiettivo salvezza poi abbiamo alzato l’asticella, ma la cosa più importante è stata la voglia nostra e del mister di dare queste gioie ai nostri tifosi e alla città che ci ha dato tanto. Un sesto posto importante e adesso vediamo dove possiamo arrivare".

g.p.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?