Tutti negativi. E’ arrivato ieri il responso del doppio giro di tamponi sostenuto da giocatori, staff e dirigenti biancorossi. La Vuelle può così tirare un sospiro di sollievo e già da oggi coach Repesa potrà dare il via agli allenamenti di squadra con contatti. Domani, poi, si parte per il ritiro di Borgo Pace, dove presto arriveranno anche Tyler Cain e Frantz Massenat. Pivot e guardia americani della Carpegna Prosciutto sorvoleranno l’oceano lunedì notte e martedì mattina sbarcheranno in Italia. Anche loro saliranno subito in...

Tutti negativi. E’ arrivato ieri il responso del doppio giro di tamponi sostenuto da giocatori, staff e dirigenti biancorossi. La Vuelle può così tirare un sospiro di sollievo e già da oggi coach Repesa potrà dare il via agli allenamenti di squadra con contatti. Domani, poi, si parte per il ritiro di Borgo Pace, dove presto arriveranno anche Tyler Cain e Frantz Massenat. Pivot e guardia americani della Carpegna Prosciutto sorvoleranno l’oceano lunedì notte e martedì mattina sbarcheranno in Italia. Anche loro saliranno subito in altura, pur rimanendo in quarantena nelle loro camere: "Cain e Massenat saranno sottoposti a tampone martedì e giovedì, sperando che nel frattempo cambi il protocollo anche nelle Marche - è l’auspicio del diesse Stefano Cioppi -. Ad oggi, infatti, il Veneto è l’unica regione italiana, grazie ad un’ordinanza del governatore Zaia, che evita la quarantena agli sportivi professionisti provenienti dai paesi stranieri, ritenendo sufficienti due tamponi negativi e l’esame sierologico. Se la nostra regione non si adeguerà, per 14 giorni i nostri americani potranno allenarsi solo in camera, o al massimo nel giardino che si apre davanti alla loro stanza, avendoli sistemati entrambi, separati, al piano terra. Per fortuna in albergo a Lamoli ci saremo solo noi, quindi qualsiasi contatto esterno è scongiurato". E chi ci è stato lo sa che l’Oasi, in quanto a isolamento e tranquillità, è più sicura della ’bolla’ Nba di Orlando. Intanto, ieri il play Justin Robinson ha consegnato tutta la documentazione al consolato di New York e appena avrà in mano il visto s’imbarcherà anche lui per l’Italia: potrebbe arrivare giovedì e dovrà seguire lo stesso protocollo dei suoi due compagni statunitensi.

La Vuelle, nel frattempo, continua a rimanere vigile sul mercato alla ricerca del quarto lungo italiano da inserire nel roster. Una delle voci rimbalzate dopo la bocciatura di Caserta, non ammessa alla serie A2 a seguito dei controlli Comtec, è che la Vuelle possa essere interessata al pivot piemontese Paolo Paci, 2.08, classe ’90, che l’anno scorso aveva disputato una buona stagione alla Juve (7,9 punti e 4,4 rimbalzi di media) ed era stato confermato anche per questa stagione ma che ora si ritrova libero dall’impegno con Caserta. Nel suo curriculum c’è anche una stagione giocata nelle Marche, a Jesi nel 20152016, portato dal diesse pesarese Federico Ligi. La sensazione è che la società voglia cautelarsi prendendo un giocatore già navigato alle spalle di Cain, ma non c’è comunque fretta, visto che il campionato parte il 27 settembre e intanto coach Repesa ha un po’ di tempo per valutare le potenzialità in prospettiva di Beniamino Basso.

Elisabetta Ferri