Quotidiano Nazionale logo
29 apr 2022

Verso un finale incandescente Manuelli: "Sant’Orso favorito"

Il tecnico sceso dalla serie D: "Campionato competitivo la mia Real Metauro c’è nonostante Covid e infortuni"

Manuelli è tornato alla Nuova Real Metauro dopo l’esperienza in D a Jesi ed è richiesto da club di categoria superiore, contatti anche con le giovanili del Perugia
Manuelli è tornato alla Nuova Real Metauro dopo l’esperienza in D a Jesi ed è richiesto da club di categoria superiore, contatti anche con le giovanili del Perugia
Manuelli è tornato alla Nuova Real Metauro dopo l’esperienza in D a Jesi ed è richiesto da club di categoria superiore, contatti anche con le giovanili del Perugia

Otto squadre raggruppate nell’arco di 6 punti per le ultime 5 gare. E’ quanto sta succedendo nel girone A di Prima categoria che ha come capolista il S.Orso di mister Fulgini, mentre la Vadese ha poche speranze di salvezza.

I numeri. L’Osteria Nuova, alla 14ª giornata era ultima, ora alla 25ª è in quinta posizione. Con 36 gol all’attivo l’Audax Piobbico è la compagine che ha segnato più di tutte. La Vadese quella che ha segnato di meno (17). Sta risalendo la Mercatellese che con l’avvento in panchina di mister Andrea Salvi ha conseguito 7 punti in 4 partite. Dopo tanti anni tra serie D, Eccellenza e Giovanili professionistiche Omar Manuelli ha scelto a campionato in corso di allenare la Nuova Real Metauro in Prima categoria e lo sta facendo con uno score importante: 14 partite e 25 punti, solo 2 sconfitte e 5 gol subiti. "Dopo la stagione 2019-2020 alla Jesina in serie D – dice Manuelli – dove purtroppo dopo 7 partite e 5 punti raccolti la società ha deciso di stravolgere il progetto tecnico mandando via il desse e il dg e dopo una gara il sottoscritto, ho ancora un grande rammarico: sono convinto che ci saremmo salvati e la Jesina sarebbe ancora in D categoria che si merita per blasone e tifoseria. Poi è arrivata la pandemia e mi sono fermato. A dicembre come un fulmine a ciel sereno sono arrivati Rondina e Berloni con una proposta, al Real Metauro ho passato 3 anni indimenticabili,i ho amici e riconoscenza per quella squadra e ho accettato volentieri di lavorare per loro".

Il commento. "La Prima categoria – commenta Manuelli – è un campionato interessante e avvincente e che sarà combattuto fino alla fine. S.Orso è favorita. Mi piacerebbe vedere schierati più giovani in campo, ritengo che la formula degli under dovrebbe essere rivista, mi piacerebbe vederli più numerosi sia in Prima categoria che in Promozione, a discapito di Eccellenza e serie D. Per quello che riguarda la mia squadra direi che siamo molto soddisfatti per quello che stiamo facendo dal mio arrivo. Stiamo attraversando un periodo molto difficile fra Covid, infortuni, malattie, affrontiamo partite con 12-13 giocatori e ci alleniamo in pochi, però lo spirito e la qualità della squadra rimangono sempre alti e daremo battaglia tutte le partite rimaste, poi tireremo le somme fine anno". Radio mercato parla già di contatti con altre società di categoria superiore. "Sì, ma come detto altre volte cerco una situazione che mi faccia star bene e mi dia serenità e che concili con impegni lavorativi". Tra chi l’ha cercato c’è il settore giovanile del Perugia. "Sì, ma è ancora tutto prematuro. Ora penso solo al Real Metauro e ai miei ragazzi che stanno dando tanto per me e la società". Nel girone B viaggia come un treno il San Costanzo, primo in classifica con 2 punti di vantaggio sul Monserra. L’ultima giornata è stata importante in chiave salvezza anche per l’altra squadra di questi girone: la Laurentina di mister Renzi che è stata in grado di superare la Labor. Amedeo Pisciolini

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?