La coreografia del tifo vissino a inizio partita
La coreografia del tifo vissino a inizio partita

Pesaro, 12 gennaio 2019 - La Vis Pesaro si ripete: altro schiaffo alla nobiltà del Cesena. Dopo l’1-2 al Manuzzi di un girone fa, i pesaresi esultano anche al Benelli. Vittoria 1-0 di rigore e di sofferenza. Rigore che s’inventa e trasforma Flavio Lazzari, sofferenza che avvolge tutto il secondo tempo in cui si gioca solo nella metà campo dei pesaresi che si arroccano in una partita difensiva. E dove non ci arrivano le chiusure difensive ci pensa Puggioni, con almeno tre parate superlative. Il Cesena gioca un calcio arioso sulle fasce, ma manca d’incisività negli ultimi venti metri. La punisce Lazzari con uno strappo decisivo quando, dopo venti minuti, il romano si ‘auto-lancia’ in area bevendosi Ciofi e venendo atterrato da Maddaloni. Rigore limpido, glaciale la trasformazione dal dischetto. Sarà l’1-0 definitivo.

Il Cesena prova a sottrarsi dallo svantaggio, ma Puggioni risulterà insuperabile su Borello, Valeri e Butic. La Vis dopo una grossa occasione per il raddoppio vanificata dalla mira sbilenca di Nava, sarà solo fase difensiva nel secondo tempo. Quando Lazzari, indietro di minutaggio, viene sostituito e la squadra si abbassa porgendo il fianco all’arrembaggio del Cesena. Si gioca solo nella metà campo vissina, ma il fortino regge e la Vis esulta per un nuovo decennio inaugurato nel migliore dei modi.
 


Il tabellino

VIS PESARO - CESENA 1-0

VIS PESARO (3-4-3): Puggioni; Gennari, Lelj, Farabegoli; Nava, Paoli, Botta (44’pt Gabbani), Tessiore; Pannitteri (12’st De Feo), Marcheggiani, Lazzari (12’st Misin). All. Pavan
CESENA (3-4-3): Marson; Ciofi, Maddaloni (42’st Zecca), Sabato; Zampano, Franco, De Feudis (27’st Rosaia), Valeri; Borello, Butic, Russini (27’st Zerbin). All. Modesto
Arbitro: Luciani di Roma
Reti: 21’pt Lazzari (rig.)
Note: spettatori 2324. Ammoniti Tessiore, Franco, De Feudis, Paoli, Maddaloni, Nava e l’allenatore del Cesena Modesto. Calci d’angolo: 6-0 per il Cesena. Recupero: 1’ + 5’.