Tutti negativi al tampone. La prima settimana di lavoro della Vis Pesaro si conclude con la migliore delle notizie: ieri il responsabile sanitario Vittorio Gemmellaro ha ricevuto gli esiti degli obbligatori test anti-covid effettuati giovedì su tutti i calciatori e su ogni membro dello staff che compone la quarantina di elementi dell’attuale gruppo-squadra. Nessuna traccia di contagio. I test andranno ripetuti domani, come vuole la procedura di ripetizione ogni quattro giorni, ma intanto la seconda settimana può allargarsi ad allenamenti completi. Il...

Tutti negativi al tampone. La prima settimana di lavoro della Vis Pesaro si conclude con la migliore delle notizie: ieri il responsabile sanitario Vittorio Gemmellaro ha ricevuto gli esiti degli obbligatori test anti-covid effettuati giovedì su tutti i calciatori e su ogni membro dello staff che compone la quarantina di elementi dell’attuale gruppo-squadra. Nessuna traccia di contagio. I test andranno ripetuti domani, come vuole la procedura di ripetizione ogni quattro giorni, ma intanto la seconda settimana può allargarsi ad allenamenti completi.

Il gruppo fa intanto la sua prima scrematura: dei nove giovani in prova reduci da esperienze in Serie D ne restano solo due. Si tratta di due classe 2001 mancini: il torinese Lorenzo Ciccone, jolly schierabile sia a centrocampo che in difesa reduce da due campionati di D in Piemonte con Bra e Pro Dronero e Diego Stramaccioni, terzino sinistro di Assisi, reduce da un’esperienza da titolare in D con gli umbri del Cannara.

"Ho fatto alcune valutazioni - spiega l’allenatore vissino Giuseppe Galderisi - e andremo avanti con i ragazzi più funzionali a ciò che ci serve in questo momento". Non a caso si tratta di due elementi gravitanti su quella fascia sinistra in cui la rosa attuale è al momento un po’ scoperta. Se torneranno utili è presto per dirlo "visto che il nostro vero precampionato - ricorda Galderisi - inizierà il 17 agosto. Quello che abbiamo cominciato a fare il 3 di agosto e che continueremo fino al 14 risponde al nostro attuale motto ’poco, ma spesso’: non è il momento di inventarsi nulla, cerchiamo di lavorare con semplicità al massimo della qualità. Dopo tanta inattività abbiamo ripreso confidenza con la palla, le distanze in campo, il lavoro in palestra (al centro Smash di via Toscana, ndr), i test atletici e tutto quel percorso medico che servirà a portarci ad un livello di preparazione già piuttosto avanzato al 17 agosto. Sono molto soddisfatto di una prima settimana in cui ho visto nel gruppo voglia e senso di responsabilità".

Gruppo al quale manca ancora il nuovo acquisto Ettore Marchi che Galderisi ha allenato a Gubbio nel 2018-19 e che nella stessa squadra aveva fatto esordire nel 2004: "Marchi si aggregherà al gruppo dal 17 agosto - dice l’allenatore - fino a quel momento abbiamo concordato con lui una tabella di lavoro specifica che svolgerà in proprio". Intanto slitta di un giorno il sopralluogo a Peglio previsto ieri: Galderisi e il suo staff visiteranno oggi pomeriggio le strutture sondate come eventuale sede del ritiro dal 20. Intanto arrivano novità confortanti sulle agevolazioni agli sponsor: col Decreto Agosto il governo ha approvato ieri il tanto agognato credito d’imposta sulle sponsorizzazioni agli sport proposti dal Comitato 4.0. Sport che contemplano anche il calcio di Lega Pro.

Daniele Sacchi