Quotidiano Nazionale logo
12 mag 2022

Vis, se con Banchini è addio ipotesi Bigica

Da Sassuolo dato per probabile il tecnico della Primavera che potrebbe portarsi il centrocampista Aucelli e il fantasista Kumi

Bigica ha allenato la Nazionale Under 17, da due stagioni alla Primavera del Sassuolo, sarebbe un esordiente in Lega Pro
Bigica ha allenato la Nazionale Under 17, da due stagioni alla Primavera del Sassuolo, sarebbe un esordiente in Lega Pro
Bigica ha allenato la Nazionale Under 17, da due stagioni alla Primavera del Sassuolo, sarebbe un esordiente in Lega Pro

Se la Vis non confermerà Banchini, eventualità molto probabile, potrebbe affidare la panchina a un allenatore esperto oppure a uno emergente e abituato a lavorare con giovani di qualità e portare a Pesaro altri ragazzi dalla serie A. Da Sassuolo da fonti molto vicine alla società, danno come possibile l’arrivo di Emiliano Bigica a Pesaro. Che sia nella lista dei possibili successori è verosimile, che sia lui il prescelto lo diranno le prossime ore, quando il presidente Bosco scioglierà le riserve dopo essersi confrontato con l’attuale tecnico. Bigica potrebbe portare a Pesaro alcuni giocatori che ha guidato nella Primavera del Sassuolo, tra gli altri Auccelli, centrocampista molto dotato tecnicamente ma non pronto per la serie A, ma anche Kumi, fantasista che può giocare sia esterno che a ridosso delle punte, e uno dei portieri tra Zacchi e Vitale, mentre Turati, che il Sassuolo ha dato in prestito alla Reggina, potrebbe tornare in Emilia a fare il terzo portiere. I rapporti tra Vis e Sassuolo del resto sono ottimi e il lavoro fatto quest’anno, con la valorizzazione di Saccani, Piccinini e Campani, è piaciuto al club emiliano.

Resta ora da capire se sarà davvero Bigica a prendere il posto di Banchini in caso di divorzio, riserva che potrebbe essere sciolta entro i primi giorni della prossima settimana (domenica finisce il campionato Primavera). L’argomento tecnico è comunque sul tavolo a Pesaro. Ma chi è Bigica? Da giocatore è stato il capitano del Bari di Materazzi nel 1993, con cui sale in serie A. Quindi il trasferimento alla Fiorentina per sei miliardi di lire. In viola quattro stagioni, una Coppa Italia e una Supercoppa, poi il passaggio a Napoli, Salernitana, Mantova e Nocerina, con la bella parentesi in Nazionale under 21, capitano della squadra di Maldini campione d’Europa nel 1994. Da allenatore, dopo esperienza alle giovanili del Novara e nei dilettanti e come osservatore delle giovanili della nazionale italiana, nel 2014 allena gli allievi nazionali dell’Empoli (finale scudetto persa con la Roma) e nel 2016 è ct della Nazionale italiana Under 17, per poi passare alla Fiorentina Primavera: qui, nella stagione 2017-2018, conquista due finali (Viareggio cup e scudetto), entrambe perse contro l’Inter primavera. Si rifà l’anno dopo conquistando con la Viola la Coppa Italia Primavera grazie alla vittoria in finale ai danni del Torino. Dal 2020 allena la Primavera del Sassuolo. Quest’anno chiude tra l’ottavo e il nono posto, in lizza per i playoff, persi per una serie negativa (un punto in quattro partite) che ha dato semaforo verde all’Atalanta. Playoff sfiorati anche l’anno prima. Dopo la gara di sabato scorso con la Juve (2-2) Bigica ha detto: "Sono a Sassuolo da due anni, sto bene qui, non c’è due senza tre". Ma il club si aspettava i playoff e potrebbe cambiarlo.

Davide Eusebi

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?