Bologna, 5 giugno 2018 - Mancano pochi giorni alle elezioni comunali e la sfida più attesa, in Emilia-Romagna, è quella che si giocherà a Imola. Come ha dimostrato anche la visita all’Autodromo del leader dei 5 stelle Luigi Di Maio, intenzionato a espugnare una roccaforte della sinistra. “Il nostro obiettivo è andare al governo di questa città, se lo vorranno i cittadini – ha sottolineato –. A loro dico: sarà una città a Cinque Stelle, avrà dalla sua parte un governo nazionale che porterà qui di nuovo investimenti, a partire dall’Autodromo, che è stato abbandonato”. A contendersi la poltrona di sindaco lasciata vacante da Daniele Manca, ora senatore del Pd, sono 14 liste e 7 candidati. Occhi puntati soprattuto sul trio Manuela Sangiorgi, Movimento 5 stelle, Carmela Cappello, centrosinistra (è sostenuta anche da Pd e dalle liste Imola futuro area civica; Sinistra per Imola; Imola più lista civica), e Giuseppe Palazzolo, candidato di centrodestra che conta sul sostegno di Lega, Forza Italia, Fratelli d’Italia e della lista Focus. Chiudono l’elenco dei candidati Francesco Armiento (Lista azione imolese) , Gianbattista Boninsegna (Il popolo della famiglia), Franco Benedetti (Civica per l’autodromo Imola), Filippo Samachini (Sinistra Unita Imola).

In totale, sono 18 i comuni che domenica 10 giugno andranno al voto per il rinnovo del sindaco e dei consigli comunali. Alle urne sono chiamati oltre 120 mila elettori emiliano-romagnoli; sono 150 i seggi elettorali. Due le città con oltre 15mila abitanti che andranno alle urne e che potrebbero aver bisogno del turno di ballottaggio: Imola, appunto, e Salsomaggiore Terme, in provincia di Parma.

LEGGI ANCHE - Elezioni amministrative 2018, quando si vota. La guida

Nel Bolognese andrà al voto anche Camugnano, nel Parmense invece il comune di Solignano. In provincia di Forlì-Cesena si vota a Galeata e Sarsina. Quattro i comuni nel Modenese: Camposanto, Guiglia, Polinago e Serramazzoni. In provincia di Piacenza sono chiamati alle urne i cittadini di Castelvetro Piacentino, Ferriere e Alta val Tidone, municipio alla prima tornata elettorale nato dalla fusione dei comuni di Caminata, Nibbiano e Pecorara. A Reggio Emilia al voto anche Brescello (il paese di Don Camillo e Peppone), comune con 4.499 elettori commissariato da due anni per mafia, dove la sfida si gioca ora tra cinque liste (Brescello Onesta, Brescello che Vogliamo, Onestà Civile, L’Alternativa Avanti tutti insieme, Brescello riparte) . Al voto anche Castelnuovo di sotto e San Polo d’Enza. Nel Riminese urne aperte a Gemmano e nel Ravennate a Bagnara di Romagna.

LEGGI ANCHE - Sedici comuni al voto nelle Marche