Elezioni comunali 2021: quando e dove si vota
Elezioni comunali 2021: quando e dove si vota

Bologna, 4 marzo 2021 –  Si terranno tra il 15 settembre e il 15 ottobre le elezioni comunali previste nel 2021. E'quanto prevede la bozza del decreto legge sul differimento delle elezioni, che sarà in Cdm ed è ancora suscettibile di modifiche.

Aggiornamento: si vota il 3-4 ottobre

Il testo riguarda le Comunali, le suppletive per la Camera a Siena e le Regionali, già indette in Calabria. Il decreto dispone il rinvio a causa "del permanere del quadro epidemiologico da Covid-19 diffusamente grave su tutto il territorio nazionale e dell'evolversi di significative varianti del virus che presentano carattere ulteriormente diffusivo del contagio".

Sono infatti 47 in Emilia-Romagna e 29 nelle Marche i Comuni chiamati a rinnovare i propri organi amministrativi, a partire da un capoluogo di Regione come Bologna e da due capoluoghi provinciali come Ravenna e Rimini, oltre che da centri popolosi come San Benedetto del Tronto (Ap), Cento (Fe), Cesenatico (Fc), Castelfidardo (An) e San Giovanni in Persiceto (Bo).

Dove si vota in Emilia Romagna

Elezioni nella provincia di Bologna

Nell'area metropolitana di Bologna, oltre alla squadra di governo della città principale, con i suoi oltre 370mila abitanti, cambieranno quelle di San Giovanni in Persiceto, dove i residenti sfiorano le 27mila unità, Alto Reno Terme, Castel del Rio, Gaggio Montano e Monghidoro.

Elezioni nella provincia di Ferrara

Nel Ferrarese, invece, l'abitato più popoloso a recarsi ai seggi sarà quello di Cento (quasi 35mila abitanti), seguito da quelli di Codigoro, Portomaggiore, Vigarano Mainarda e Goro.

Elezioni nella provincia di Forlì-Cesena

Nella provincia di Forlì-Cesena, le elezioni più attese saranno quelle del primo cittadino di Cesenatico (oltre 25mila abitanti), oltre a quelle di Bertinoro, Gatteo e Sogliano al Rubicone.

Elezioni nella provincia di Modena

La tornata elettorale nel Modenese, dal canto suo, si concentrerà sull'esito delle sfide per due grandi comuni dell'Appennino e della pianura, rispettivamente Pavullo nel Frignano (17mila anime) e Finale Emilia (poco meno di 16mila), e di quelle per la guida di Montefiorino, Palagano, Sestola e Zocca.

Elezioni nella provincia di Parma

Nella zona di Parma, al contrario, non andrà a elezioni nessuna città con più di 10mila abitanti, ma cambieranno le amministrazioni di Borgo Val di Taro, Busseto, Felino, Fontanellato, Neviano degli Arduini, Sala Baganza, San Secondo Parmense e Traversetolo.

Elezioni nella provincia di Piacenza

Due i comuni con più di 10mila residenti, invece, che andranno al voto nel Piacentino (Fiorenzuola d'Arda, che sfiora i 15mila, e Rottofreno, che si avvicina ai 12mila), mentre le altre elezioni comunali interesseranno Agazzano, Borgonovo Val Tidone, Cadeo, Cortemaggiore, Gazzola e Gropparello.

Elezioni nella provincia di Ravenna

Ravenna, con i suoi oltre 153mila residenti, sarà il solo comune dell'omonima provincia a recarsi alle urne.

Elezioni nella provincia di Reggio Emilia

Nel Reggiano, Castellarano e i suoi poco meno di 15mila abitanti si prenderanno il centro della scena, mentre i cittadini di Casina, San Martino in Rio e Ventasso si troveranno anch'essi al seggio.

Elezioni nella provincia di Rimini

Ultima ma non ultima, la provincia di Rimini, dove la poltrona di sindaco sarà contesa nel capoluogo (140mila abitanti) e a Cattolica (quasi 17mila), oltre che a Montescudo-Monte Colombo, Novafeltria e Pennabilli.

Dove si vota nelle Marche

Elezioni nella provincia di Ancona

Nell'area del capoluogo di Regione, Ancona, il comune più popoloso al voto sarà quello di Castelfidardo (poco meno di 19mila abitanti), seguito da Camerano, Cupramontana e Santa Maria Nuova.

Elezioni nella provincia di Ascoli Piceno

Nella zona di Ascoli Piceno, San Benedetto del Tronto e i suoi 47mila cittadini costituiranno il corpo elettorale di maggiore rilievo, con Acquasanta Terme, Arquata del Tronto, Force e Montegallo a completare il quadro.

Elezioni nella provincia di Fermo

Nel Fermano, invece, peseranno i 13mila abitanti di Montegranaro, assieme a quelli di Monte San Pietrangeli, Ortezzano, Petritoli e Rapagnano.

Elezioni nella provincia di Macerata

Tre su sette, in provincia di Macerata, saranno i centri con più di 10mila abitanti a mettere in discussione la propria amministrazione (Morrovalle, Porto Recanati e San Severino Marche), mentre inferiori a quota 10mila residenti risultano Bolognola, Castelraimondo, Esanatoglia e Muccia).

Elezioni nella provincia di Pesaro Urbino

Infine, nell'orbita di Pesaro-Urbino, i maggiori comuni ad andare alle urne saranno quelli di Mondolfo e Colli al Metauro, accanto a quelli di Fermignano, Fossombrone, Gradara, Mercatino Conca, Mondavio e Sassofeltrio.