Stefano Bonaccini a 'Mezz'ora in più' su Rai3 (foto Dire)
Stefano Bonaccini a 'Mezz'ora in più' su Rai3 (foto Dire)

Bologna, 3 novembre 2019 - Il primo faccia a faccia tra Stefano Bonaccini e Lucia Borgonzoni in vista del voto del 26 gennaio per le elezioni regionali in Emilia-Romagna si farà il 19 novembre. Il confronto sarà in diretta tv a ‘Carta Bianca’, la trasmissione di Rai Tre condotta da Bianca Berlinguer. L’ennesima prova, se ce ne fosse ancora bisogno, che tutti i riflettori della politica italiana saranno accesi sull’Emilia-Romagna fino alla data del voto.

Ma, intanto, continua la corsa dei due candidati. Martedì 14 sera si svolgerà il grande evento della Lega al PalaDozza di Bologna, con Matteo Salvini sul palco assieme a Borgonzoni. Oggi, invece, il governatore uscente dem Stefano Bonaccini ha parlato a 'Mezz'ora in più' su Raitre. "E' un voto che riguarderà l'Emilia Romagna, certo è un voto che ha un peso, sugli equilibri dei partiti, ma io parlo di Emilia Romagna. Qui la sfida è Borgonzoni-Bonaccini, non Salvini-leader della sinistra", ha messo le mani avanti, assicurando che “il giorno dopo il voto in Emilia Romagna non sarà "la fine del mondo" e comunque "non ci sarà Salvini a governare".

IL COMMENTO - Ma i grillini saranno l'ago della bilancia - di P. Giacomin

Il punto resta ancora l'appoggio esplicito del Movimento 5 stelle che, invece, con ogni probabilità non ci sarà. “Noi possiamo vincere con o senza Movimento cinque stelle – assicura Bonaccini su Rai3 -, su una base di una coalizione nuova che sto mettendo in campo. Due terzi dei sindaci della regione hanno firmato per la candidatura, una decina di questi hanno battuto il centrosinistra governando con altre coalizioni che staranno con noi. Metteremo in campo tanto civismo, da Pizzarotti in poi".

"Io penso all'Emilia Romagna e non ad altro - ribadisce -, non cadiamo nella commedia" della campagna elettorale "tra Salvini e i leader del centrosinistra, non voglio prestarmi a quel gioco". Su Renzi, dice, "ho apprezzato che abbia detto che appoggerà la mia ricandidatura", poi "tutti quelli che vogliono venire qui" a fare un comizio per dare "una mano sono benvenuti", però "si parla di Bonaccini e Borgonzoni". E se venisse Conte? "Con Conte ho avuto un ottimo rapporto anche quando guidava il Governo giallo-verde come presidente della Conferenza delle Regioni. Se Conte vuole venire a fare campagna elettorale è il benvenuto ma si parlerà e si voterà per l'Emilia-Romagna".

LEGGI ANCHERegionali, ingorgo di candidature rosa nel Pd - Zingaretti è sicuro. "In Emilia Romagna vinciamo"

Uno spazio Bonaccini lo riserva anche alla tanto contesta plastic tax. "" il ministro dell'Economia Gualtieri "tra pochi giorni sarà convocato un tavolo dal ministro e tra pochi giorni verrà in Emilia-Romagna. Non so se si potrà togliere tutta la tassa ma si può rimodulare, si può ridurre l'impatto", assicura. "La bilancia propende verso la scelta di andare a modificare quel provvedimento e andare incontro" a richieste che arrivano "dal territorio". Chiediamo di "andare avanti con un confronto e una rimodulazione".