Carlo Calenda (ImagoE)
Carlo Calenda (ImagoE)

Bologna, 27 maggio 2019 - Elezioni europee, ecco la mappa degli eletti nella circoscrizione ‘Nord Est’, il maxi collegio in cui ci sono anche Bologna e l’Emilia-Romagna. La fa da padrone la Lega, per la quale passano 6 parlamentari europei: oltre al vicepremier Salvini ci sono Bizzotto, Da Re, Borchi, Basso, Lizzi, Dreosto. Alessandra Basso, eletta per la Lega, era l’unica espressione del Carroccio del nostro territorio.

Per il Pd invece andranno a Strasburgo in 4: l’ex ministro Calenda, la vicepresidente della Regione Elisabetta Gualmini, l’ex ministro Paolo De Castro e Alessandra Moretti. Due gli eletti per il M5S, Zullo e Pignedoli, mentre un seggio sarebbe per Forza Italia: se Berlusconi rinunciasse, il seggio andrebbe a Irene Pivetti. Fratelli d’Italia infine invia in Europa Berlato, che subentra a Giorgia Meloni.

Spulciando tra le altre preferenze e i non eletti, balza agli occhi il test non da buttare via di Francesca Puglisi: degli 11mila voti presi in tutta la circoscrizione (che comprende anche Trentino, Friuli e Veneto), la metà li ha ottenuti a Bologna. Benino sempre nel Pd la Kyenge, che però si è piazzata con 41mila voti al di sotto di 10mila preferenze rispetto alla prima degli eletti, la Moretti. In casa Lega, lasciando da parte il boom di preferenze di Matteo Salvini (550mila, superato solo da Giuliano Pisapia), è andata bene Alessandra Basso con oltre 25mila preferenze in tutta la circoscrizione. In Forza Italia discreto risultato per la bolognese Valentina Castaldini (6.476 preferenze), meno per Ilaria Giorgetti (1.212), poco nota fuori Bologna. Nel risultato positivo complessivo di Fratelli d’Italia non sfigura quello di Michele Facci, che ha portato a casa 3.001.