Stefano Bonaccini oggi ha presentato la nuova Giunta regionale (FotoSchicchi)
Stefano Bonaccini oggi ha presentato la nuova Giunta regionale (FotoSchicchi)

Bologna, 13 febbraio 2020 -  "Sarà una giunta 'sacchiana', giocheremo all'attacco e in pressing". Stefano Bonaccini usa la metafora calcistica e presenta la nuova giunta della Regione Emilia Romagna (foto), citando Arrigo Sacchi (e pazienza se l'allenatore di Fusignano si era schierato con gli avversari in campagna elettorale). "Vogliamo stare 100 metri avanti e non indietro", promette il governatore, che fissa già l'agenda: "Prima riunione a Parma, Capitale italiana della Cultura, la seconda a Rimini, dove vogliamo riqualificare tutto il fronte marittimo" (video). In cantiere ci sono già 10 milioni di euro dedicato alle giovani coppie che vogliono acquistare casa in montagna e la chiusura dei Patti per il Clima e il Lavoro: "Voglio farlo entro l'estate, dobbiamo accelelare".

La nuova giunta è un equilibrio tra "competenze, rappresentatività territoriale e sensibilità politiche", ammette Bonaccini. Bologna ne esce rafforzata: la città con le nomine - già certe - di Elly Schlein (vicepresidente e deleghe a Welfare, Casa e rapporti Ue) e Mauro Felicori (Cultura), il Pd con Raffaele Donini alla Sanità e Irene Priolo all'Ambiente e alla Protezione Civile.

Tra gli altri nomi l'unica 'tecnica' pura è la prorettrice Paola Salomoni, cesenate, che si occuperà di big data, scuola e università, senza dimenticare il vicesegretario della Cgil, Vincenzo Colla, piacentino, a Sviluppo e Lavoro. Il resto è una suddivisione su base provinciale targata dem: Davide Baruffi, modenese, sarà il sottosegretario alla presidenza, Andrea Corsini, ravennate, assessore a Turismo, Commercio e Mobilità, Barbara Lori, parmense, avrà la neonata delega alla Montagna, Alessio Mammi, reggiano, quella all'Agricoltura, Paolo Calvano, ferrarese e segretario regionale uscente del partito, al Bilancio.

Bonaccini non ha rispetto la parità uomo-donna. "60-40 vale 50 a 50 e in Assemblea Legislativa, la componente femminile è in maggioranza", ricorda il governatore, che parlando di Elly Schlein e della sua fama in crescita, anche dopo l'outing di ieri sera, scherza (ma non troppo): "Lei più famosa di me? Siete sicuri di questo? Se qualcuno guadagna visibilità, io sono solo felice se si parla di Emilia-Romagna. L'unica cosa che pretendo è che lo si faccia con una voce sola".

Leggi anche Speciale elezioni - Bonaccini confermato presidente 

image

Nuova Giunta, i nomi della squadra di Bonaccini 

Davide Baruffi, 45 anni, nato a Carpi (Modena) - Sottosegretario alla Presidenza. Elly Schlein, 34 anni, nata a Lugano e residente a Bologna - Vicepresidente, deleghe a emergenza climatica e diseguaglianze, Patto per il Clima, Politiche Abitative e giovanili, Cooperazione internazionale, Rapporti Ue. Raffaele Donini, 50 anni, nato a Bazzano (Bologna) e residente a Valsamoiggia - Salute. Vincenzo Colla, 58 anni, nato ad Alseno (Pc) e residente a Bologna- Sviluppo economico, Lavoro, Formazione, Green Economy. Irene Priolo, 45 anni, nata a Bologna e residente a Calderara di Reno- Ambiente, Difesa del suolo, Protezione civile. Andrea Corsini, 55 anni, nato a Cervia e residente a Ravenna- Mobilità e trasporti, Infrastrutture, Commercio. Barbara Lori, 51 anni, di Parma - Montagna, aree interne, programmazione territoriale, pari opportunità. Alessio Mammi, 39 anni, nato e residente a Scandiano (Reggio Emilia) - Agricoltura e agroalimentare, Caccia e pesca. Paola Salomoni, 53 anni, nata a Bologna e residente a Cesena - Scuola, università, ricerca, agenda digitale. Mauro Felicori, 67 anni, nato e residente a Bologna- Cultura e paesaggi. Paolo Calvano, 42 anni, nato a Colleferro (Roma) e residente a Ferrara- Bilancio, personale, patrimonio, riordino istituzionale.