Castelfidardo (Ancona), 24 settembre 2020 - "Comincio un giro di ringraziamento, a prescindere da vittorie o sconfitte, ho deciso di iniziare dalle Marche, per la vittoria di Acquaroli". Lo dice Matteo Salvini, leader della Lega (video) rispondendo alle domande dei giornalisti a Castelfidardo (Ancona) dov'è arrivato per un incontro con gli eletti del Carroccio in Consiglio regionale dopo la vittoria del centrodestra con Francesco Acquaroli (Fdi).

Con il leader della Lega il neogovernatore Francesco Acquaroli e il deputato leghista, Riccardo Marchetti, commissario del partito nella Regione. Poi rivolto al neopresidente Salvini ha detto: "Hai tutta la squadra della Lega a disposizione".

Acquaroli ha ribadito di prediligere una giunta con "persone che siano vicine al territorio". Nel pomeriggio Salvini ha fatto tappa a Macerata per festeggiare l'elezione a sindaco di Sandro Parcaroli.

"Coinvolti anche i non eletti"

"Una Regione diversa. Una Regione che si fonda sul merito, sulla competenza, sulla partecipazione. Una Regione che non si chiude nell'ambito del perimetro del centrodestra ma sa entrare nelle questioni più importanti". Lo promette il neo eletto governatore delle Marche. "Condivido il principio degli eletti ma anche dei non eletti, perché la faccia ce l'abbiamo messa tutti: è giusto che il governo si faccia in maniera ampia e garantita, e che ci sia il coinvolgimento anche di quelle persone che - per fortuna o per sfortuna -" non sono state elette, sottolinea Acquaroli.


"Purtroppo i numeri sono quelli, noi vorremmo un consiglio regionale che avesse tutti eletti; questo non è possibile, però sicuramente ci prenderemo l'impegno e l'incarico - politico e anche umano - di coinvolgere tutti quelli che hanno dato un contributo determinante. Il concetto di squadra- conclude- è un concetto assolutamente vincente che dobbiamo tenere in considerazione".
 

Modello Genova

"Chi aspetta di avere la casa, il capannone o la bottega dopo anni, merita una risposta a prescindere dal colore del Governo nazionale. Spero che vengano affidati pieni poteri ai sindaci".  Ha aggiunto Salvini commentando la lettera che il neo governatore delle Marche, ha deciso di scrivere al Capo dello Stato in merito alla ricostruzione post terremoto. "Il modello Genova applicato alla ricostruzione è l'unico modello vincente - ha aggiunto Salvini -. Bisogna dare soldi e poteri ai sindaci, a prescindere dai colori politici".

Le altre notizie

Consiglio comunale Macerata, eletti fratelli soci al bar e divisi in politica

Giunta regionale Marche 2020, toto assessori. Per la Sanità in pole c’è Carloni