Bologna, 14 settembre 2018 – Grande Italia al PalaDozza. Davanti a oltre 5500 spettatori gli azzurri di Romeo Sacchetti battono la Polonia per 101-82 e fanno un primo, ma importante passo nella prima sfida della seconda fase del girone di qualificazione mondiale. Importante il contributo del virtussino Pietro Aradori che davanti al proprio pubblico chiude con 16 punti, ma sopra le righe soprattutto la prestazione di Amedeo Dalla Valle, che chiude con 28 punti. Molto positivo anche l’esordio in azzurro di Jeff Brooks. La due giorni di grande basket del PalaDozza, domani il derby per il Memorial Porelli, inizia con la sfida, fondamentale, della nazionale italiana di Meo Sacchetti con la Polonia.

Tutto esaurito con luci e colori ad allietare il festante pubblico presente. In campo ci pensano invece Brooks, il pupillo di casa Aradori e Dalla Valle da una parte e Slaughter dall’altra a incantare il pubblico bolognese. Inni nazionali e poi via alla contesa. Brooks e Da Tome scalano il primo solco per gli azzurri (10-5) al 3’, subito ripresi però da due canestri di Slaughter. 5 punti di fila di Dalla Valle e l’Italia torna a mettere il naso avanti sul 15-10 al 6’. Brooks continua a segnare e tiene avanti gli azzurri. Tanti applausi all’ingresso in campo di Pietro Aradori, uno che il PalaDozza lo conosce bene e in campo lo dimostra.

Ad inizio secondo quarto Polonia prova ad allungare portandosi avanti 30-25, con un parziale di 8-0 a cavallo del primo stop, e che costringe Sacchetti a chiamare tempo dopo appena 1’24”. Controbreak azzurro grazie alle triple e ad un nuovo canestro di Brooks per l’11-2 che ribalta il punteggio sul 36-32 Italia e costringe la Polonia al timeout. La gara delle triple tra Italia (66,7 per cento all’intervallo con 10 su 15) e Polonia (poco sotto con il 60 e 9 su 15 dalla lunga distanza) continua. Gli azzurri provano più volte ad allungare, grazie soprattutto a Della Valle e Aradori, ma dall’altra parte risponde Slaughter, che all’intervallo ha già raggiunto quota 19 con una prova fino a quel momento perfetta. Alla pausa Italia avanti 54-52. La schiacciata di Melli e la tripla di Dalla Valle ritoccano il massimo vantaggio azzurro sul +7 (61-54); Melli e Datome segnano il nuovo massimo vantaggio azzurro +9, sul 68-59. La tripla di Abass porta addirittura l’Italia in doppia cifra di vantaggio sul 71-61. Gli azzurri riescono a mantenere sempre un discreto cuscinetto di vantaggio sulla Polonia, prima che le triple di uno scatenato Dalla Valle, top scorer azzurro, alla fine spezzano ogni velleità di rimonta polacca e consentano all'Italia di chiudere sul +19 finale.

Il tabellino

Italia – Polonia 101 - 82

ITALIA: Della Valle 28, Aradori 16, Biligha 2, L. Vitali, Melli 9, Filloy ne, Brooks 16, Cinciarini 8, Abass 3, M. Vitali ne, B. Sacchetti 5, Datome 14. All. R. Sacchetti.

POLONIA: Sokolowski 2, Cel 2, Slaughter 28, Sulima 6, Ponitka 13, Kolenda ne, Waczynski 10, Laczynski 9, Gielo 8, Witinski ne, Gruzszecki, Hrycaniuk 4. All. Taylor.

Arbitri: Glisic (Serbia), Aunkrogers (Lettonia), Maricic (Serbia)

Note: parziali 25-25, 54-52, 73-65. Tiri da due Italia 19 su 33, Polonia 18 su 34. Tiri da tre 18/28; 12/24. Tiri liberi 9/11, 10/14. Rimbalzi 33; 22.