Matteo Signorotti
Matteo Signorotti

Infatti HomeSell.it promette di vendere casa più facilmente e con un forte risparmio rispetto alle agenzie immobiliari tradizionali.
Andando sul sito cliccando su questo link (
https://www.homesell.it/) è istantaneamente intuibile la differenza tra HomeSell e un’agenzia immobiliare.

Con un piccolo anticipo, Matteo Signorotti (fondatore) garantisce una pubblicità multi-canale (social e siti immobiliari) per massimizzare le opportunità di trovare l’acquirente. Ma non una pubblicità qualunque.
Infatti il servizio comprende fotografie professionali, video marketing e realtà virtuale in modo tale che l’acquirente possa visionare casa già a distanza e fissare l’appuntamento solo se davvero intenzionato a proseguire con la visita vera e propria.
Finalmente oltre ai costi in questo modo si riducono anche le perdite di tempo.

Oltre a tutto ciò è possibile ricevere la valutazione immobiliare online, particolarmente attenta all’andamento dei singoli mercati di tutto il territorio nazionale. Si tratta di un valutatore creato ad hoc per HomeSell, sempre aggiornato e migliorato con costanza.
In ultimo ma non in ordine d’importanza, è allo studio la creazione di una dashboard in cui il singolo cliente può visionare l’andamento della vendita della propria abitazione e tutte le informazioni utili.
Come altre agenzie online anche HomeSell promette di offrire un valido contributo al cambiamento del mercato della mediazione immobiliare online.

In media i clienti di HomeSell.it stanno già risparmiando 9.457 euro per ogni compravendita immobiliare, dimostrando che grazie all’aiuto della tecnologia anche un settore rimasto uguale per lunghi anni oggi è in fase di importanti cambiamenti.
Lo scopo di Matteo Signorotti, ex agente immobiliare, è quello di rendere facile e conveniente l’utilizzo di servizi professionali a distanza in tutte le fasi del processo di compravendita immobiliare per il cliente finale ed intervenire solo quando la circostanza lo richieda come durante la trattativa e la creazione del contratto preliminare. Inoltre attualmente, HomeSell.it non prevede alcun contratto di esclusiva per i propri incarichi immobiliari rendendo estremamente conveniente l’utilizzo di tale servizio.
Di fatto, ancora oggi vendere casa non è così semplice come può sembrare a chi non c’è mai passato.
E i numeri concordano sul fatto che siano ancora tante le case orfane, cioè quelle in vendita che non hanno trovato ancora un acquirente. Questo è dovuto dal fatto che il mercato immobiliare è in continuo cambiamento e che molte delle case proposte non sono in linea con le richieste degli acquirenti.
Ad esempio, individuare il corretto prezzo di vendita, controllarne i documenti, assicurare all’acquirente l’assenza di difformità, tenere la casa ordinata oltre a valorizzarla (sistemandola e prepararla per la vendita), riparare ciò che non funziona e utilizzare canali di pubblicità che assicurino alta visibilità, sono accorgimenti indispensabili per velocizzare la vendita.
Ovviamente è sempre il proprietario a decidere se voler investire sulla vendita della propria abitazione aumentandone il valore percepito (ad esempio utilizzando l’home stagging) e quale prezzo richiedere. D’altra parte HomeSell.it in tutto ciò offre interessanti linee guida per facilitare il proprietario nelle sue decisioni.
Secondo Matteo Signorotti, le agenzie immobiliari online sono una realtà relativamente nuova, che non stanno portando ad un cambiamento estremamente veloce ma nel medio-lungo termine modificheranno inevitabilmente le dinamiche di comprare vendere (e affittare) casa.
Oggi c’è ancora un po’ di titubanza riguardo l’argomento, anche da parte degli operatori di settore e scarsa conoscenza nei confronti del consumatore finale, che tendenzialmente non conosce le agenzie immobiliari online.
Ma d’altra parte, c’è una forte sensibilizzazione nazionale per l’innovazione accompagnata dall’attuale necessità (anche a causa del Covid) di utilizzare servizi a distanza. In aggiunta a ciò, c’è parecchia attenzione da parte del consumatore finale nell’adottare soluzioni ugualmente efficaci risparmiando risorse.
Il connubio tra immobiliare e tecnologia (big data, internet delle cose, innovazione dei processi) cambieranno prima o poi anche il modo di vedere la professione dell’agente immobiliare. Siamo costantemente più connessi e attenti all’esperienza di consumo, abbiamo sempre più stimoli e meno tempo, quindi è auspicabile già oggi prevedere che tutto ciò renderà il futuro della mediazione immobiliare più facile, comodo e conveniente possibile.