Ravenna, 26 maggio 2018 - Mauro Antonioli non ha rinnovato il contratto proposto dal Ravenna. Le strade del tecnico di Bellaria e quelle del sodalizio giallorosso si separano dopo due anni ricchi di soddisfazioni, contraddistinti dalla promozione in serie C e dalla salvezza ottenuta qualche settimana fa: “Dopo due anni indimenticabili - si legge nel comunicato del sodalizio giallorosso - il Ravenna Football Club e il tecnico Mauro Antonioli hanno deciso di interrompere la loro collaborazione in un clima di cordialità e con la reciproca consapevolezza che il progetto nato tra i dilettanti, sia giunto al suo termine naturale. Dopo una stagione a tratti sofferta, ma coronata da una salvezza anticipata. Il Ravenna Football Club coglie l'occasione per ringraziare Antonioli augurandogli il meglio per le sfide che lo attendono e di cui sarà certamente all'altezza, rafforzato dall'esperienza con i colori giallorossi. La società - prosegue il comunicato - riparte piena di entusiasmo dal playoff fallito soltanto all'ultimo giornata, con l'obiettivo di migliorare il piazzamento della stagione appena conclusa. Il proposito sarà dunque di allestire una squadra competitiva affidata a un tecnico che condivida lo spirito e le strategie del Ravenna Football Club che per il sesto anno consecutivo ha chiuso la gestione amministrativa in pari, un'eccellenza rara a livello italiano”.


Mauro Antonioli ha spiegato così i motivi del proprio abbandono: “E’ stata una decisione molto sofferta e altrettanto combattuta. Da una parte il cuore e dall’altra la ragione. Alla fine ho pensato che le due componenti devono andare in sinergia e  di pari passo se si vogliono ottenere certi risultati. Se non hai il furore dentro non puoi raggiungere determinati traguardi come abbiamo fatto noi in questi due anni. Razionalmente non ci sono le condizioni per proseguire, e così abbiamo deciso di comune accordo, anche col mio staff, di interrompere il rapporto”. Antonioli ha anche aggiunto: “Coerentemente con la mia decisione non ho ancora scelto quale sarà il mio futuro. Pur avendo parlato con diverse società, al momento non ho offerte concrete. Ci tengo a ringraziare la società, il presidente Brunelli, tutti i giocatori che ho avuto la fortuna di allenare, i collaboratori e i tifosi che in queste due stagioni ci hanno spinto verso traguardi incredibili”.