Ravenna, 16 aprile 2018 - Sarà una grande festa del calcio ravennate quella che domenica prossima animerà uno stadio Bruno Benelli verosimilmente gremito per portare il giusto saluto al Ravenna dopo la salvezza ottenuta con 3 giornate di anticipo. Prima di tutto ci sarà l’opportunità per dare il giusto tributo a Daniele Corvetta, storico presidente giallorosso che negli anni 90 ha guidato il Ravenna nel periodo più ricco di successi della storia calcistica cittadina, un grande uomo di sport che l’amministrazione comunale, accogliendo anche la petizione promossa dai tifosi giallorossi, ha deciso di omaggiare con l’intitolazione della tribuna centrale dello stadio Bruno Benelli.

“Non poteva esserci giornata migliore di quella dei festeggiamenti per la salvezza del Ravenna – ha commentato l’assessore Fagnani – per intitolare la tribuna a Daniele Corvetta, presidente della storica promozione in serie B. Sarà sicuramente un momento ricco di emozioni per tutti i tifosi, quelli che hanno vissuto quei bellissimi momenti e che ancora oggi seguono con grande passione il Ravenna, e quelli più giovani, che possono gioire dei successi attuali ed esprimere il proprio sostegno alla squadra, affinché possa tagliare traguardi sempre più grandi”.
 In quella che sarà una splendida cornice saranno invitate tutte le scuole calcio del territorio, l’intero settore giovanile giallorosso ed anche le ragazze di Ravenna Woman.

Per l’occasione, il Ravenna ha aderito all’iniziativa promossa dalla Lega Pro in collaborazione con l’Unicef e, per ogni biglietto venduto, donerà un euro alla campagna ‘Bambini Sperduti’ a favore dei bambini e degli adolescenti colpiti da conflitti, violenza e povertà, in cerca di un futuro migliore.
Per favorire la partecipazione della cittadinanza in questa giornata giallorossa (ove non saranno validi gli abbonamenti) i biglietti avranno comunque un prezzo notevolmente ribassato e tutti i ragazzi fino ai 14 anni potranno ritirare alle casse il proprio biglietto omaggio.

L’invito all’adesione arriva dall’attuale presidente del Ravenna, Alessandro Brunelli: “Confidiamo in una grande affluenza di sportivi e spettatori per dare il massimo risalto alle finalità benefiche dell’iniziativa Unicef. Al tempo stesso vorremmo che tutta la città si stringesse intorno ai fantastici protagonisti che sono stati i protagonisti assoluti di una stagione memorabile e che hanno avuto il merito di riportare e confermare Ravenna nel calcio che conta”.