Ravenna, 9 giugno 2018 – Tanto entusiasmo e idee chiare. Sono stati questi gli ingredienti della conferenza stampa di presentazione di Luciano Foschi, nuovo mister del Ravenna. Presenti all’evento c’erano anche il nuovo vice allenatore, Marcello Montanari, i vertici della società, il presidente Alessandro Brunelli e il direttore generale Claudia Zignani, e il ds Matteo Sabbadini. Assente, invece, Giovanni Battista De Maiti, esperienze professionali in passato nel Bologna e nel Napoli, che fungerà da preparatore atletico nel nuovo staff disegnato dal club.

“Confido che questa di Ravenna nel mio percorso di allenatore possa collocarsi come una delle esperienze più importanti – ha sottolineato Foschi -. Arrivo in una piazza e in una città di prestigio, con grande entusiasmo, che è lo stesso di quando ho iniziato ad allenare. Chi fa questo mestiere, come me, deve augurarsi di poter lavorare in piazze come Ravenna, quindi quando mi hanno chiamato non ho esitato e sono venuto di corsa. Non ho un modulo tattico preciso, saranno le vicende del campo a dire se sarà meglio adottare un modulo piuttosto che un altro. Qui c’è un’idea tattica emersa dalla scorsa stagione; il presupposto è di mantenere il 3-5-2 ma vedremo strada facendo quale sarà il modulo ideale in base ai giocatori che arriveranno. Cercheremo di prendere giocatori funzionali alle nostre idee e ai nostri obiettivi”.

Il presidente Alessandro Brunelli ha colto l’occasione per ricordare che “la società continua nel suo progetto di crescita che ha dato fin qui esiti brillanti e molto importanti. Un grande contributo è stato fornito dallo staff precedente, che ringrazio di cuore per tutto ciò che ha dato e fatto; così come ringrazio Screpis, anche lui prezioso in questi due anni, un altro elemento con cui abbiamo deciso di interrompere il rapporto; in Foschi pensiamo di avere trovato la persona giusta per proseguire il nostro cammino nel mondo professionistico e per portare ancora più professionalità, esperienza, conoscenza del calcio di cui la squadra ha bisogno in questo momento. E sin dalla prima chiacchierata con lui abbiamo trovato perfetta identità di vedute. Di lui c’è piaciuta la disponibilità, la voglia di misurarsi a Ravenna e di migliorare insieme a noi il nostro percorso. La nostra è sempre stata un’escalation e vogliamo che questa continui e siamo convinti che inserendo Foschi nel nostro progetto questo miglioramento sia possibile”.

Il ds Sabbadini ha ammesso che le prime mosse di mercato riguarderanno le conferme dello zoccolo duro della squadra degli ultimi due anni, quindi Venturi, Venturini, Lelj, Selleri e Broso, a cui si aggiungono Papa e De Sena, altri due elementi nella lista della società e del tecnico. Il Ravenna dovrebbe iniziare la preparazione lunedì 16 luglio in sede e la società sta valutando l’ipotesi di effettuare una parte della preparazione con un ritiro in collina.