Ravenna, 4 giugno 2018 – Luciano Foschi è il nuovo allenatore del Ravenna. Per sostituire Mauro Antonioli, artefice della promozione in serie C, la dirigenza giallorossa ha puntato su uno dei tecnici più esperti della Lega Pro, dove lavora da oltre vent’anni prima da giocatore poi da allenatore.

Nel suo curriculum in panchina ci sono piazze di grande prestigio dove la pressione certo non è mai mancata. Novara, Alessandria. Reggiana, Teramo, Livorno per citarne alcune, oltre a quel Renate che nel 2017 ha portato ad una storica qualificazione ai playoff. Foschi, che ha come modulo preferito il 3-4-3, vanta anche un’esperienza in serie A nel Chievo Verona nel 2011/12, dove era nello staff tecnico dell’allenatore Di Carlo.

“Ravenna è una piazza storica con un pubblico eccezionale – ha confessato Foschi alla firma del contratto - Era una sfida cui non potevo rinunciare e che affronto con un entusiasmo da vendere. L’incontro col presidente Brunelli e il ds Sabbadini è stato decisivo per renderci conto di come molte delle nostre idee siano condivise. E’ stato dunque il primo passo per impostare un progetto per il quale siamo già al lavoro”.

Soddisfatta è anche la dirigenza, affidatasi ad uno dei mister più preparati della categoria.
“E’ il tecnico che incarna al meglio l a nostra filosofia – spiega il presidente Brunelli -. Il primo impegno della società sarà di consolidare il rapporto con gli elementi chiave della squadra. Poi ovviamente faremo di tutto per accontentare Foschi sul mercato e consentirgli di partire con gli uomini che permettano al Ravenna FC il salto di qualità che tutti auspichiamo”