Il Ravenna festeggia la salvezza al termine della gara col Fano (foto Zani)
Il Ravenna festeggia la salvezza al termine della gara col Fano (foto Zani)

Ravenna, 10 marzo 2019 - Il Ravenna vince il secondo match consecutivo, sconfigge il Fano (relegandolo all’ultimo posto in classifica), ma soprattutto festeggia la salvezza con 8 turni di anticipo. Al termine del match i tifosi giallorossi hanno spontaneamente organizzato un tributo ai propri beniamini fuori dallo stadio Benelli, con tanto di cori e coreografie.

D’altronde, il Ravenna ha raggiunto l’obiettivo stagionale con larghissimo anticipo, senza peraltro mai finire sotto la soglia della zona playoff. Si tratta del miglior risultato della società del presidente Alessandro Brunelli, partita nel 2012 dal campionato regionale di Promozione.

Il match? Fra i padroni di casa, mister Foschi – che ripropone lo stesso 11 vittorioso a Meda contro il Renate – deve rinunciare a Esposito, Martorelli, Bresciani, Pellizzari e Ronchi. Galuppini parte dalla panchina. Fra gli ospiti, mister Epifani rinuncia a Da Silva, mentre Tascone parte dalla panchina. Lo schema difensivo è il 5-3-2, ma che si trasforma in un 3-4-3 nella fase di possesso palla.

Al 24’ il difensore ospite Celli cintura Raffini in mezzo all’area di rigore. L’arbitro Clerico non ha dubbi e – senza che ci sia nemmeno un protesta da parte dei giocatori del Fano – assegna il penalty che Nocciolini trasforma, nonostante Voltolini intuisca la traiettoria. Per l’attaccante giallorosso si tratta del decimo gol stagionale con la maglia del Ravenna.

Nella ripresa poi, il Ravenna mette al sicuro il risultato prima con Raffini e poi con l’islandese Gudjohnsen, che era entrato da poco al posto di Nocciolini. Domenica prossima il Ravenna giocherà a Rimini il derby dell’Adriatico.


Il tabellino

Ravenna-Fano 3-0

RAVENNA (5-3-2): Venturi; Eleuteri, Boccaccini, Jidayi, Lelj, Barzaghi; Selleri (42’ st Sabba), Papa Maleh (9’ st Trovade); Nocciolini (21’ st Gudjohnsen), Raffini (42’ st Siani). A disp.: Spurio, Galuppini, Scatozza. All. Foschi.

FANO (3-4-3): Voltolini; Sosa, Celli (20’ st Morselli), Magli (36’ st Konate); Vitturini, Lulli, Lazzari, Liviero (15’ st Ndiaye); Ferrante, Filippini (36’ st Cernaz), Scardina. A disp.: Sarr, Tascone, Mancini, Maldini, Setola, Selasi, Acquadro, Clemente. All. Epifani.

Arbitro: Clerico di Torino.

Reti: 24’ pt Nocciolini (rig); 13’ st Raffini, 44’ Gudjohnsen.

Note – Spettatori paganti 467, abbonati 882, incasso 1.349 euro. Ammoniti: Celli, Ndiaye, Papa. Angoli 8-4 per il Fano. Rec. 0’ e 4’.