Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
il Resto del Carlino logo
7 mag 2022

Al Rasi c’è Turing secondo Buljan

Polis festival, prima nazionale (ore 21.30) dello spettacolo del regista croato ispirato al matematico

7 mag 2022
Lo spettacolo ’La Machine de Turing’ di Ivica Buljan
Lo spettacolo ’La Machine de Turing’ di Ivica Buljan
Lo spettacolo ’La Machine de Turing’ di Ivica Buljan
Lo spettacolo ’La Machine de Turing’ di Ivica Buljan
Lo spettacolo ’La Machine de Turing’ di Ivica Buljan
Lo spettacolo ’La Machine de Turing’ di Ivica Buljan

Prima nazionale stasera al teatro Rasi (ore 21.30) per ’La Machine de Turing’ del regista croato Ivica Buljan, grande protagonista della scena teatrale contemporanea. Buljan è ospite del festival Polis con un lavoro tagliente e spiazzante dal testo del drammaturgo francese Benoit Solès sulla vita del geniale matematico Alan Mathison Turing. Protagonista Nejc Cijan Garlatti, Timon Šturbej e Nika Korenjak. La produzione del Mini Teater di Ljubljana è in sloveno con soprattitoli.

La prima rappresentazione in sloveno di questo testo dà spazio a un uomo che ha corso una maratona con la sua macchina, racconta la compagnia, uno scienziato che ha tracciato le basi dell’informatica moderna e allo stesso tempo ha inconsapevolmente posto uno specchio davanti a una società che si spera non ripeta i suoi errori.

Ivica Buljan si laurea in letteratura francese e comparata all’Università di Zagabria. Da 25 anni dirige opere teatrali scritte da autori come Svetaeva, Pasolini, Muller, R. Walser, Bolano e altri. È co-fondatore del Mini Teater di Lubiana e del Festival of World Theater di Zagabria. al 2014 è il direttore della Prosa del Teatro Nazionale Croato di Zagabria.

A seguire incontro con Ivica Buljan, la compagnia e Anna Maria Monteverdi, trasmesso in diretta streaming sui canali web e social di ErosAntEros (www.facebook.comErosAntEros).

Nel pomeriggio (ore 18) il Teatro Socjale di Piangipane accoglie, sul suo storico palcoscenico, Jekyll lu dutturi, una produzione Dimore Creative, di Pietro Cerchiello, con lo stesso Cerchiello e Marina Boselli, spettacolo scelto dai Visionari di Ravenna. Una storia che ha luogo nella Sicilia degli anni ’20, ma quanto mai attuale. Una storia che attraverso un linguaggio poetico e ironico, goffo e istintivo, irriverente e malinconico, il protagonista racconta a un agente di polizia. Una storia semplice, che parla di ieri, per parlare all’oggi.

A seguire incontro con la compagnia, i Visionari e cena con i cappelletti preparati dai volontari del Teatro Socjale (prenotazione il giorno stesso, prima dell’inizio dello spettacolo, disponibile opzione vegana e vegetariana).

Alle 20 va in scena al Ridotto del Rasi lo spettacolo Con la carabina della Compagnia Licia Lanera (in replica domenica 8 maggio, ore 19.30), dal testo della talentuosa drammaturga Pauline Peyrade.

Info: biglietti online https:polisteatrofestival.orgprogramma. Biglietteria da un’ora prima di ogni spettacolo, on line su vivaticket.it. Si consiglia la prevendita per il Socjale data la ridotta capienza.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?