Ravenna, alcol a minorenni al Singita di Marina. Chiusura per 15 giorni
Ravenna, alcol a minorenni al Singita di Marina. Chiusura per 15 giorni

Ravenna, 10 agosto 2020 - Due locali della movida di Marina chiusi e diversi verbali staccati per violazioni e mancanza di autorizzazioni in tutta la riviera ravennate e cervese. Questo è il bilancio dei controlli del fine settimana della Notte Rosa che ha visto un dispiegamento potenziato di forze dell’ordine disposto dall’autorità di pubblica sicurezza.

L’episodio più rilevante è accaduto sabato sera al Singita di Marina di Ravenna dove gli agenti della Polizia locale hanno accertato la somministrazione di alcol a tre minori, una 16 enne e due 17enni. Oltre alla sanzione, è stata disposta la chiusura del locale per 15 giorni.

Altri controlli sono avvenuti alla discoteca Matilda di Marina di Ravenna dove agenti delle Volanti, con carabinieri della locale Stazione e vigili urbani, hanno accertato assembramenti nella pista da ballo. Questo significa sanzione di 400 euro e chiusura del locale per 5 giorni per violazione delle normative anti-Covid.

Gli uomini della Polizia locale di Ravenna all’1.30 di sabato si sono recati in un locale di Lido di Classe, dopo una segnalazione di musica ad alto volume. Una volta arrivati sul posto, la musica è stata abbassata ma sono state riscontrate alcune irregolarità (mancanza della licenza esposta, del cartello degli orari di apertura e chiusura, del listino prezzi dei prodotti venduti al banco e del cartello del divieto di fumo) che hanno portato a una sanzione.

Gli agenti della Locale hanno poi staccato diversi altri verbali: tra gli altri, uno a un artista di strada, due ad attività commerciali per vendita di alcol per asporto fuori orario, tre per consumo di alcolici in luogo pubblico con relativo sequestro. Non solo, ben quattro verbali nella serata tra venerdì e sabato e quattro in quella tra sabato e domenica sono stati staccati per violazione al decoro nella zona di Cervia. In particolare, due ragazzi giravano a torso nudo nella zona della Torre San Michele e due persone distribuivano materiale promozionale; le altre sanzioni, sempre della Polizia locale, sono scattate per l’esibizione di oggettistica di dubbio gusto durante addii al celibato e nubilato.

Sono poi stati segnalati sei ragazzi che circolavano su monopattini in due e senza caschetti nella zona della ‘promenade’ di Milano Marittima.

Tutto sommato, dunque, a parte la somministrazione di alcolici a minorenni, non sono emersi episodi particolari. "Il bilancio è positivo, la Notte Rosa è trascorsa senza disordini – afferma Andrea Giacomini, comandante della Polizia locale di Ravenna che ora collabora con quella di Cervia per affrontare il problema della movida molesta –. Le Polizie locali hanno contribuito ai servizi congiunti disposti dall’autorità di pubblica sicurezza e coordinati dalla Questura di Ravenna, in particolare allo scopo di arginare il fenomeno del consumo di alcol da parte dei minori e per tutelare la salute e il diritto al riposo dei residenti".

"Abbiamo messo in campo un dispositivo importante, condiviso con la questura e le altre for ze dell’ordine – aggiunge Sergio Rusticali, comandante della Polizia locale di Cervia – e i risultati si vedono. In particolare, l’azione importante nell’oasi di Milano Marittima, sta dando risultati importanti e il fenomeno delle risse si sta attenuando".