Quotidiano Nazionale logo
15 apr 2022

Alcol solo nei locali e asporto fino alle 22

Da oggi in vigore le misure anti-movida. E scatta l’ordinanza sul decoro: vietati comportamenti volgari e girare in costume fuori dalla spiaggia

Un brindisi in un locale
Un brindisi in un locale
Un brindisi in un locale

Sono in vigore da oggi e per tutta l’estate, fino al 15 ottobre, le ordinanze su alcol e decoro urbano. In merito alla regolamentazione della vendita e del consumo di bevande alcoliche le disposizioni partono dal fatto che, nel territorio del comune di Cervia, in passato sono state segnalate gravi criticità proprio in relazione al consumo di alcol in orario serale. Queste riguardano anche comportamenti spesso associati alla formazione di assembramenti che determinano rischi per la salute pubblica e incidono negativamente sulla vivibilità della città, alimentando la percezione di disagio e il senso di insicurezza dei cittadini. Da oggi, quindi, è vietato consumare nei luoghi pubblici o aperti al pubblico bevande alcoliche, ad esclusione della somministrazione e del consumo all’interno dei locali autorizzati quali pubblici esercizi, attività commerciali e attività artigianali. Dalle 21 alle 22 è consentito trasportare o detenere bevande alcoliche solo nel caso in cui siano conservate in appositi imballaggi chiusi e sigillati. Al di là di questo, rimane vietato dalle 22.01 alle 6, in luoghi pubblici o aperti al pubblico, trasportare o detenere bevande alcoliche. Per i minorenni, come previsto dalla normativa nazionale, il divieto vige per l’intera giornata. Vietata anche la vendita per asporto di bevande alcoliche di dalle 22.01 alle 6 da parte di qualsiasi pubblico esercizio, attività commerciale o attività artigianale e con distributori automatici. Resta consentita la somministrazione o il consumo al banco o ai tavoli all’interno dei locali autorizzati quali pubblici esercizi, attività commerciali e attività artigianali. La vendita per asporto di bevande alcoliche di qualsiasi gradazione, dalle 21 alle 22, deve avvenire in appositi imballaggi chiusi e sigillati con divieto di consumo sulla pubblica via, essendo esclusivamente finalizzata al consumo domestico. Per quanto riguarda i distributori automatici, la possibilità di vendita per asporto di bevande alcoliche di qualsiasi gradazione, dalle 21 alle 22, è subordinata alla presenza in loco di operatori addetti a tale imballaggio.

In merito all’ordinanza sul decoro urbano, considerata la vocazione turistica del territorio, sono invece vietati una serie di comportamenti come girare in costume da bagno e a torso nudo o compiere atti o tenendo comportamenti volgari o offensivi per la pubblica decenza e il pubblico decoro, in particolare in occasione di addii al nubilato o celibato o altre occasioni di festeggiamento. Vietato anche effettuazione di mestieri girovaghi e l’accattonaggio. Quest’ultima ordinanza si rende necessaria visto che, con sempre maggior frequenza, si assiste a comportamenti contrari ai principi di educazione e buon costume, come l’abbandono per terra di carte, lattine, bottiglie e l’uso improprio degli spazi pubblici e schiamazzi. Non solo, spesso si trovano persone in costume da bagno o a torso nudo in pieno centro e si assiste a veri e propri brutti spettacoli, tra magliette e oggetti volgari, durante feste di addio al nubilato e celibato. Con l’ordinanza si vuole anche combattere il fenomeno dei venditori abusivi.

Ilaria Bedeschi

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?