Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
il Resto del Carlino logo
24 giu 2022

Arena Borghesi, ambientalisti critici

24 giu 2022

"Una pagina nera dell’urbanistica faentina". Il giudizio di ambientalisti e storici dell’arte sulla nuova Arena Borghesi, benché atteso, è impietoso. "Fino a due anni fa – esordiscono Legambiente e Italia Nostra– la caratteristica più riconoscibile dell’Arena Borghesi era quella di essere a "misura" umana, un luogo abbracciato al viale, che si apriva alla città. Oggi invece è uno spazio rinchiuso, soffocato dal nuovo ampliamento del supermercato. L’ampia architettura arborea a "misura" di viale ottocentesco è stata cancellata, e l’Arena Borghesi è stata ridotta (in tutti i sensi, da quello dimensionale a quello paesaggistico) a "misura" di supermercato. Una vera rigenerazione urbana ha tra i suoi obiettivi quelli di evitare il consumo di suolo, conservare il verde di prossimità e i paesaggi identitari. Il "rinnovo" dell’Arena Borghesi ha prodotto effetti esattamente opposti. È stata restituita la funzionalità degli edifici, ma ‘lo spazio simbolo della comunità’ è stato stravolto e ha perso l’unitarietà con un viale monumentale".

Continuano: "Si è mantenuta la funzione culturale dell’Arena Borghesi ma è stata cancellata la cultura urbana del luogo, del suo rapporto organico con la città storica. L’ingombrante ampliamento del supermercato, che schiaccia la platea e il proscenio, aggrava l’invasività di un corpo estraneo al contesto paesaggistico, compromettendo definitivamente la relazione visiva che si ha dallo Stradone".

f.d.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?