Parapiglia con sette multe a tripla cifra per violazione delle norme anti-Covid, una da 5mila euro per abusivismo commerciale e il sequestro di cibo e bevande. È il bilancio di un intervento della Polizia locale che, con l’ausilio di quattro Volanti della Polizia di Stato, ieri sera ha smantellato una sorta di bar ‘open air’ abusivo che da alcuni giorni aveva acceso gli animi dei residenti della zona Speyer. Così ieri i vigili, intervenuti con quattro pattuglie (Sicurezza urbana, Pronto intervento e Polizia commericale), si sono trovati davanti una 41enne di origini nigeriane che stava vendendo cibo e bevande alcoliche che teneva in una borsa frigo. I clienti erano sette connazionali che, in barba alle norme anti-Covid e al nuovo regolamento di polizia urbana, stavano bevendo alcolici ai giardini Speyer. Tutti sono stati multati per 400 euro (280 se pagano entro cinque giorni) ma poteva andare anche peggio, visto che i clienti all’inizio dell’intervento con agenti in borghese, hanno avuto reazioni turbolente salvo poi calmarsi alla vista delle divise. La 41enne deve rispondere di abusivismo commerciale e violazione dell’articolo 87 del Tulps che vieta la vendita ambulante di alcolici. La donna è stata sanzionata per 5mila euro e le è stata sequestrata la merce. Considerando che non è nuova a trasgressioni di questo tipo, le è stato impartito l’ordine di allontanamento e sarà proposta per il Daspo urbano.