Assalto alla riviera romagnola, per luglio e agosto quasi tutto esaurito
Assalto alla riviera romagnola, per luglio e agosto quasi tutto esaurito

Ravenna, 7 aprile 2021 - Le persone credono nell’estate. Anche in zona rossa, dopo 13 mesi di emergenza sanitaria, dalla situazione di affitti e prenotazioni di case, appartamenti e alloggi lungo la costa ravennate emerge tanta voglia di staccare la spina, concedendosi qualche giorno di relax al mare. "Quando eravamo in zona gialla, forse complice un po’ di speranza in più, c’è stata un’ondata massiccia di affitti, tantissime richieste addirittura stagionali, più dell’anno scorso – commenta Stefano Neri, titolare dell’agenzia Barbieri che opera a Cervia, Milano Marittima e Pinarella –. Parliamo proprio di prenotazioni di case per tutto il periodo, da maggio a settembre".

L’interessamento, stando a quanto riferisce il titolare dell’agenzia, nel 90% dei casi proviene da persone emiliano-romagnole, provenienti dall’hinterland ravennate e forlivese, ma anche da Modena, Bologna e altre parti di Emilia. "Quando siamo diventati zona rossa, le richieste sono un po’ calate – continua Neri –, ma solo perché non si poteva più visitare gli appartamenti di persona. Al telefono il lavoro è continuato comunque in maniera massiccia. E al momento poi non abbiamo avuto nessuna disdetta". Problema che invece l’anno scorso era stato "cronico".

"D’altronde nel 2020 – prosegue Neri – le prenotazioni fatte a gennaio sono state ’colte di sorpresa’ dalla pandemia e le disdette erano arrivate a fiocchi. Questa volta no, le persone confidano di avere imparato dal passato e anche il fatto che siano aumentate esponenzialmente le prenotazioni stagionali è un’indicazione di come tanta gente si sia rassegnata all’idea di non poter fare le ferie all’estero e voglia accaparrarsi uno spazio sicuro in riviera per i giorni liberi che avrà a disposizione". Meno dell’anno scorso invece sono le pretese particolari, come dicono dall’agenzia Barbieri: "Sembra che alle persone basti avere un appoggio, i comfort sono sempre apprezzati ma non sono più una priorità come era in passato, prima del Covid. Abbiamo ancora qualcosa libero per giugno, ma su luglio e agosto è rimasto ben poco".
 

Poco è avanzato anche risalendo la costa fino a Lido di Classe e i Lidi Nord di Ravenna, dove dall’agenzia immobiliare Romagna Lidi il titolare Marco Brighi spiega: "Ci troviamo già nella situazione di dover rimandare al mittente tante richieste per l’estate, nel senso che l’offerta non soddisferà in pieno la domanda. Ma andiamoci cauti. Non voglio sembrare pessimista, ma la pandemia ci ha insegnato a non dare nulla per scontato, tantomeno la stagione estiva. Detto questo, affitti e compravendite è da gennaio che stanno andando a gonfie vele. Ciononostante, i prezzi non sono schizzati alle stelle, ma sono rimasti stabili e simili a quelli degli altri anni, sebbene sia rimasto molto poco". Per quanto riguarda infine le domande degli acquirenti, Brighi conclude: "Giardino e spazi aperti sono sempre le preferenze maggiori, anche per questo, molte case così fatte sono andate via subito e ne sono rimaste pochissime. Tanta gente poi ha allungato il proprio tempo di permanenza. Sono molti meno gli affitti settimanali e molto più quelli mensili".