Brisighella, lavori alla Collegiata. La chiesa riaprirà tra un anno

Terminata la fase di indagini, progetti e autorizzazioni, il complesso intervento inizierà domani. È finanziato dalla parrocchia, dall’8xmille della Cei, da diverse donazioni e da una raccolta fondi.

Brisighella, lavori alla Collegiata. La chiesa riaprirà tra un anno

Brisighella, lavori alla Collegiata. La chiesa riaprirà tra un anno

Dopo una fase di opere preliminari, indagini, progetti e autorizzazioni si è concluso l’iter tecnico e di affidamento dei lavori finalizzato all’inizio dei lavori della chiesa di San Michele Arcangelo di Brisighella che è previsto per domani.

La chiesa, inagibile da fine luglio 2022 a seguito di dissesti strutturali che riguardano in particolare la cappella del Crocifisso, verrà sottoposta a lavori di restauro scientifico che saranno realizzati per quanto concerne le opere edili dalla Cmcf di Faenza. I lavori sono finanziati dalla parrocchia con proprie risorse e con il contributo di fondi 8xmille della Cei (Conferenza episcopale italiana). A questi finanziamenti si è aggiunto il sostegno di diverse donazioni private e del ricavato della raccolta fondi promossa dalla parrocchia. Sono inoltre stati richiesti anche contributi di finanziamenti pubblici (al Ministero della Cultura) per i quali la parrocchia è in attesa di risposta di ammissibilità. I lavori di restauro previsti hanno particolare complessità tecnica e riguarderanno la chiesa e la sagrestia (che verrà trasformata in cappella invernale per una corretta gestione dei consumi). Il completamento delle opere e la riapertura della chiesa sono previsti per la fine dell’estate 2025.

"Siamo tutti desiderosi – dice don Marco Ferrini –, per prima la comunità che potrà appropriarsi dei propri spazi. Non avere la chiesa parrocchiale è limitante sia in termini di organizzazione pratica sia in termini di Comunità. Avere la chiesa a disposizione invece da una sensazione diversa alla comunità. Tra attendere l’inizio e attendere che i lavori vengano eseguiti è diverso. La sensazione è che ci sia bisogno di un centro per la comunità parrocchiale. Ci serviamo adesso della chiesa dell’Osservanza. I fedeli di tanto in tanto hanno chiesto quando i lavori sarebbero cominciati. Comunque la collegiata di San Michele è visitata anche dai turisti, e la vita del paese significativamente passa anche da lì".

"Siamo contenti che ci siano le risorse e che inizino i lavori alla Collegiata – afferma il sindaco Massimiliano Pederzoli, da poco riconfermato alla guida del paese –. Per Brisighella è un’istituzione la chiesa di San Michele e allo stesso modo spero che prima o poi si riescano a trovare le risorse anche per la chiesa del Monticino. Per quanto riguarda la Collegiata si consideri che metà della centralissima Piazza Carducci è la chiesa per cui il fatto che tornerà agibile è positivo anche sul piano turistico ed affettivo".