Il sopralluogo del magistrato e del dirigente della Mobile della Questura di Ravenna
Il sopralluogo del magistrato e del dirigente della Mobile della Questura di Ravenna

Faenza (Ravenna), 2 gennaio 2019 - Tragica scoperta alle porte di Faenza dove, lungo la massicciata della linea ferroviaria Bologna-Ancona, verso le 14, è stato rinvenuto il corpo di un uomo senza vita. Il ritrovamento sarebbe stato fatto da qualche passeggero di un treno che transitava. La vittima è un trentenne di Faenza, del quale non si avevano più notizie da un paio di giorni.

Scattato l'allarme sul posto è intervenuta inizialmente, per competenza la polizia ferroviaria di Faenza, e successivamente agenti del commissariato di Faenza e la Squadra Mobile da Ravenna. Con loro il medico legale e il pm di turno Cristina D'Aniello per capire se si sia trattato di un gesto volontario oppure di un incidente. La macabra scoperta ha mandato in tilt la circolazione dei treni; infatti per permettere i rilievi, una delle linee è stata chiusa al traffico e i convogli hanno accumulato ritardi fino a quasi due ore