"Ci stiamo rialzando, nel 2024 avremo il sale"

Le parole del sindaco Medri durante la presentazione del calendario ’Assieme per la Salina’, del quale sono state vendute 600 copie .

"Ci stiamo rialzando, nel 2024 avremo il sale"

"Ci stiamo rialzando, nel 2024 avremo il sale"

È già un successo il calendario 2024 finanziato dall’imprenditrice cervese Paola Pirini e curato dallo storico Renato Lombardi. Solo nella mattinata di ieri 600 le copie vendute e oltre 1.400 gli euro raccolti che andranno a sostegno del progetto ‘Assieme per la Salina’ di Cervia e dell’AIL. Dati gli eventi alluvionali che hanno colpito la città, il calendario 2024 non poteva che essere dedicato proprio alla Salina come riporta il titolo ‘Salviamo la Salina. Uniti per salvare e rilanciare la Salina di Cervia dopo la drammatica alluvione del maggio 2023’. Ma le buone notizie non finiscono qui.

In occasione della conferenza stampa di presentazione, il presidente del Parco della Salina di Cervia ha spiegato che "la Salina ha salvato la città. A maggio si sono riversati circa 5 miliardi di litri di acqua. Senza le Saline gli ombrelloni in spiaggia non avrebbero aperto. Intanto, con il primo milione di euro di donazioni arrivate al progetto ‘Assieme per la Salina’ ci si sta occupando delle urgenze ambientali e cioè i lavori per il rifacimento degli argini dei bacini. Un lavoro importantissimo che permetterà il ritorno ad un ambiente in grado di riportare in salina, nei prossimi mesi, diversi animali e ripopolare la flora e la fauna. I bacini serviranno poi a far circolare l’acqua affinché di possa fare il sale". Un’altra buona notizia arriva dal sindaco di Cervia Massimo Medri il quale ha confermato che "sono in arrivo i soldi dal Governo. Questo ci fa essere ottimisti e pensare che il prossimo anno andremo a sale". Intanto, il calendario rappresenta un altro piccolo gesto tramite il quale contribuire ad aiutare la Salina a risollevarsi. Una serie di magnifiche immagini storiche e più recenti, con racconti e ricette della cucina di Paola Pirini.

Un calendario che, anche in questa edizione, è già stato prenotato in diversi paesi del mondo. All’evento di ieri un grande momento di commozione c’è stato quando ha preso la parola uno dei volontari della protezione della Colonna Mobile del Lazio giunta a Cervia per portare aiuti e soccorsi duranti i drammatici giorni di metà maggio. L’edizione 2024 di questo calendario parte dalla situazione drammatica che si è creata a seguito della devastante alluvione, che ha colpito Cervia nel maggio 2023. Ai danni provocati alla città, all’ambiente, alle famiglie e alle imprese, si aggiunge il rischio di vedere cancellata per sempre una componente fondamentale della storia, dell’economia, dell’ambiente e della cultura di Cervia: la salina. La produzione del sale rappresenta il filo conduttore della storia bimillenaria della città. Non si può correre il rischio di perderla.

Ilaria Bedeschi