Nuovo impianto per la sanificazione dell’area al Conad Arena. L’obiettivo è abbassare fino a eliminare quasi completamente il rischio di contagi all’interno. Dal mese scorso infatti gli otto soci del punto di via Caffarelli hanno deciso di affidarsi a un sistema di ionizzazione al plasma freddo, lo stesso adottato anche in...

Nuovo impianto per la sanificazione dell’area al Conad Arena. L’obiettivo è abbassare fino a eliminare quasi completamente il rischio di contagi all’interno.

Dal mese scorso infatti gli otto soci del punto di via Caffarelli hanno deciso di affidarsi a un sistema di ionizzazione al plasma freddo, lo stesso adottato anche in alcune scuole, come all’Oriani ad esempio, e in altre attività commerciali della città. La sanificazione dell’aria infatti, sempre più spesso, non viene più vista come un vezzo da snob ma uno dei modi per rendere più salubre l’aria che respiriamo, anche in casa propria. Ecco così spuntare come funghi apparecchi, anche a carattere domestico che si occupano di filtrare l’aria negli ambienti al chiuso. Nel supermercato faentino l’ingresso è contingentato a cinquanta persone per volta per avere un ricambio di clienti tra i 1.200 e i 1.500 al giorno.

"Quando abbiamo saputo della possibilità di installare questo sistema – spiega Daniele Cantoni, direttore del punto vendita di via Caffarelli – ho convinto i soci ad affrontare l’investimento, di diverse migliaia di euro a tutto vantaggio però della salute nostra e dei nostri dipendenti, una cinquantina, che ogni giorno vengono in questo luogo. Si tratta di una assunzione di responsabilità alla quale non abbiamo voluto sottrarci. Siamo stati il primo supermercato in Italia ad adottare su larga scala un sistema simile".

Con queste apparecchiature, l’aria viene ricambiata a ciclo continuo ogni 10 minuti e la cosa non si ferma alla sola aria che si respira ma anche alle merci, evitando così che debbano essere sanificate dai clienti quando depositano la spesa a casa.