Rifornimenti per gli insegnanti. Ieri l’Ausl Romagna ha consegnato ai medici di medicina generale le dosi di vaccino AstraZeneca, per dare il via alla campagna vaccinale vera e propria del personale scolastico. Come anticipato, sono state 20 le prime dosi di vaccino consegnate a ciascuno dei 270 medici di medicina generale della provincia di Ravenna, secondo le modalità di ritiro contenute...

Rifornimenti per gli insegnanti. Ieri l’Ausl Romagna ha consegnato ai medici di medicina generale le dosi di vaccino AstraZeneca, per dare il via alla campagna vaccinale vera e propria del personale scolastico. Come anticipato, sono state 20 le prime dosi di vaccino consegnate a ciascuno dei 270 medici di medicina generale della provincia di Ravenna, secondo le modalità di ritiro contenute nell’informativa inviata lunedì. Le successive consegne saranno quindi pianificate sulla base dell’approvvigionamento dei vaccini.

Attualmente, in provincia di Ravenna lavorano 1587 operatori di personale Ata e 5524 docenti, per un complessivo di oltre 7mila nuovi potenziali aventi diritto a ricevere il siero. A questo numero, va però associata la volontarietà di ricevere o meno la dose anti-Covid e il fatto che nel numero attuale, trasmesso dal provveditorato, non siano considerate età anagrafica e supplenze, che potrebbero modificare la morfologia del personale scolastico avente diritto.

Da protocollo regionale infatti il vaccino AstraZeneca potrà essere somministrato direttamente dai medici di base agli operatori scolastici delle scuole di ogni ordine e grado, pubbliche e private parificate, dei servizi educativi 0-3 anni, degli enti di formazione professionale che erogano i percorsi di Istruzione e formazione professionale, di età pari a 64 anni e 364 giorni.

Nei prossimi giorni, i medici di medicina generale potranno perciò avviare le prime somministrazioni in base alle prenotazioni ricevute fra lunedì, ieri e oggi e le persone aventi diritto, dopo aver ricevuto l’appuntamento dal proprio medico con la data della somministrazione, dovranno presentarsi in ambulatorio munite di autocertificazione e scheda anamnestica già compilate.

Le modalità di prenotazione e l’organizzazione delle sedute vaccinali nei confronti degli assistiti che si sono rivolti al proprio medico è demandata al singolo Nucleo di Cure Primarie, la vaccinazione può avvenire nel singolo ambulatorio del MMG o per medicina di gruppo o nell’ambito della sede di Nucleo.

f.z.