Conselice, la sindaca scrive alle Poste: "L’ufficio di via Buscaroli da riaprire al più presto"

La risposta: "Servirà circa un mese". Ora i servizi spostati a Voltana.

La sindaca di Conselice Paola Pula si è nuovamente attivata con Poste Italiane per la riapertura dell’ufficio postale di via Buscaroli. "Come noto il nostro territorio comunale ha subito una disastrosa alluvione e la mancanza della filiale grava sugli utenti e cittadini – ha rimarcato la sindaca –. Abbiamo chiesto a Poste Italiane di attivarsi con la massima celerità per risolvere i problemi che ancora ostacolano la riapertura degli sportelli, ma anche di illustrare pubblicamente i motivi che determinano il perdurare della chiusura; questo per una massima trasparenza nei confronti della cittadinanza, che necessita quanto mai di questo indispensabile servizio".

Poste Italiane ha riferito che servirà circa un mese di tempo per ripristinare la piena funzionalità dell’ufficio. Entro metà luglio verrà invece attivato (temporaneamente) un ufficio mobile. Nella nota pervenuta in risposta alla sindaca, Poste Italiane precisa che l’ufficio postale di Conselice è stato appoggiato sull’ufficio postale di Voltana anziché Lavezzola per ragioni tecnico operative. Viene precisato inoltre che le pensioni non accreditate su rapporti (per esempio conti correnti, libretti, carte prepagate con Iban) possono essere pagate solo nell’ufficio di radicamento (in questo caso dunque a Voltana). Le altre operazioni per cui è necessario recarsi a Voltana sono le sostituzioni delle carte magnetiche e il versamento degli assegni sui libretti.