Salgono a 553 i casi di Coronavirus a Ravenna.
Salgono a 553 i casi di Coronavirus a Ravenna.

Ravenna, 29 marzo 2020 – Due nuovi morti e 32 nuovi casi di positività, per un totale di 553: è questo il bilancio dell’emergenza sanitaria Covid-19 di oggi, domenica 29 marzo. I dati resi noti dalla Regione Emilia Romagna, rilevano un quadro di sostanziale stabilità che potrebbe però andare migliorando nei prossimi giorni. Rispetto alle 32 positività comunicate oggi per il territorio del Ravennate, 16 fanno riferimento a donne e altrettante a uomini. Cinque sono residenti fuori provincia. 

Ventiquattro pazienti sono in isolamento domiciliare poiché privi di sintomi o con sintomi leggeri, gli altri 8 sono ricoverati, nessuno in terapia intensiva. Sul fronte epidemiologico, si tratta principalmente di pazienti che fanno riferimento ad alcuni nuclei famigliari e che hanno avuto contatti stretti con casi già accertati. Per quanto riguarda i decessi, si tratta di un uomo di 89 anni e di una donna di 92. Tre, invece, le ulteriori guarigioni cliniche: due donne e un uomo. Sono 601 le persone in quarantena e sorveglianza attiva in quanto contatti stretti con casi positivi.

Ecco come sono distribuiti i casi Comune per Comune (tenendo presente che 31 sono i residenti al di fuori della provincia di Ravenna): 243 Ravenna, 86 Faenza, 41 Cervia, 40 Lugo, 15 Russi, 12 Alfonsine, 14 Bagnacavallo, 17 Castelbolognese, 8 Conselice, 7 Massa Lombarda, 2 Sant’Agata Santerno, 12 Cotignola, 5 Riolo Terme, 9 Fusignano, 5 Solarolo, 5 Brisighella, 1 Casola Valsenio.

Leggi anche - Coronavirus Emilia Romagna, quasi cento morti in un giorno. "Numeri ancora alti"

Da Piacenza a Rimini, continua senza sosta il lavoro all’interno della rete ospedaliera per attuare il piano di rafforzamento dei posti letto disposto dalla Regione. Da ieri a oggi, sono 109 i posti letto allestiti per i pazienti colpiti da Coronavirus, che complessivamente passano da 4.886 a 4.995, tra ordinari (4.456, +98) e di terapia intensiva (539, +11). A Ravenna, ci sono 113 posti, di cui 12 per terapia intensiva a cui si aggiungono ulteriori 8 posti messi a disposizione da Villa Maria Cecilia di Cotignola; 71 Lugo, di cui 10 per terapia intensiva. Sempre in Romagna, da segnalare la disponibilità all’ospedale di Lugo di 44 posti letto Covid attivati a cui si aggiungerà a cui si aggiungerà quello di Riccione che al momento ha attivato 41 posti letto per acuti. Entrambi da affiancare agli hub di Rimini, Ravenna e Forlì-Cesena.

Leggi anche Emilia Romagna, pm10 alle stelle – Bollette e mutui: come funziona – La nuova autocertificazione