Un faentino alla prima puntata delle audizioni di X Factor andata in onda ieri sera su Sky 1, è riuscito ad aggiudicarsi tutti i quattro ’sì’ dei giudici che gli permetteranno di accedere ai boot camp e sognare di entrare nel cast definitivo del format. Si tratta di Dylan Luppi, 21 anni, lavora in una fabbrica metalmeccanica e sogna di sfondare nel mondo della musica. Seguito dal vocal coach Ruggero Ricci, Dylan si è...

Un faentino alla prima puntata delle audizioni di X Factor andata in onda ieri sera su Sky 1, è riuscito ad aggiudicarsi tutti i quattro ’sì’ dei giudici che gli permetteranno di accedere ai boot camp e sognare di entrare nel cast definitivo del format. Si tratta di Dylan Luppi, 21 anni, lavora in una fabbrica metalmeccanica e sogna di sfondare nel mondo della musica. Seguito dal vocal coach Ruggero Ricci, Dylan si è presentato alla quattordicesima edizione del programma televisivo musicale interpretando ’D’improvviso’ di Lorenzo Fragola, lasciando stupiti Mika, Emma Marrone, Hell Raton e Manuel Agnelli, facendo emozionare fino alle lacrime Emma. Il percorso all’interno del format musicale ora passa dai boot camp dove dovrà impegnarsi a fondo per riuscire ad entrare nel cast definitivo del programma. Questa sera alle 21,15 su Tv8 sarà possibile rivedere la puntata andata in onda ieri sera su Sky.

Passo dopo passo Dylan sta seguendo il suo percorso musicale, studia canto con repertorio basato sui generi pop, blues e r&b, suona chitarra e pianoforte, scrive e musica i propri brani. Dalla mezzanotte di oggi su tutti i digital store esce il suo singolo inedito ’Non mi basta’ prodotto dalla Majorizm Lab di Bellaria, che affronta il tema di una rottura con una ragazza a seguito di un tradimento. Di padre italiano e madre nigeriana, Dylan riesce con i suoi testi e le sue musiche ad esternare le proprie emozioni e le sensazioni che un giovane si trova ad afrontare durante il proprio percorso di vita.

E quando gli chiedi cosa si aspetta dalla partecipazione ad X Factor, senza indugio risponde che voleva mettersi "in gioco e confrontarmi con altri artisti giunti al programma. Volevo cantare davanti a degli artisti affermati a livello internazionale come i quattro giurati e far sentire la mia musica. Ho la possibilità di esibirmi in una vetrina importante, spero possa essere un trampolino di lancio. Comunque andrà io continuerò a fare la mia musica". Dylan Luppi sarà inoltre premiato in occasione del meeting delle etichette indipendenti il 3 ottobre, nella sezione dedicata ai giovani artisti emergenti.

Gianni Zampaglione