Quotidiano Nazionale logo
13 apr 2022

Da Lansdale a Starnone: torna ScrittuRa Festival

Presentato il programma: ospiti Carofiglio e De Giovanni, ma anche Zilli e Delogu. E ci sarà la lezione su Dostoevskij di Nori

Per la prima volta piazza San Francesco a Ravenna, a due passi dalla tomba di Dante, sarà palcoscenico di ‘ScrittuRa festival’, rassegna che celebra la nona edizione con tanti nomi internazionali ed eventi in otto comuni. Dopo l’aggiunta l’anno scorso di Cotignola, entrano nella ‘famiglia’ del festival anche Alfonsine, Castel Bolognese e Gambettola, accanto alle consolidate sedi di Ravenna, Lugo, Bagnacavallo e Fusignano. L’iniziativa è dal 9 maggio al 12 giugno. "L’idea del festival – dice l’ideatore e direttore artistico Matteo Cavezzali – è che le persone possano seguirlo a prescindere dal comune di residenza".

Sul fronte dei protagonisti, da segnalare il ritorno dei ‘big’ internazionali, a partire dal maestro del noir, lo statunitense Joe R. Lansdale, che ha all’attivo una ventina di romanzi, tra cui quelli del ciclo Hap&Leonard. Attesa per l’israeliano Eshkol Nevo, il cui romanzo ‘Tre piani’ ha ispirato l’ultimo film di Nanni Moretti, e per il messicano Paco Ignacio Taibo II, che ha raccontato le rivoluzioni latino-americane e ha scritto la più celebre biografia di Che Guevara. "Al festival – aggiunge Cavezzali – arriveranno nomi italiani importanti, come i giallisti Gianrico Carofiglio e Maurizio De Giovanni. Quest’ultimo l’ho conosciuto grazie al Festival di Salerno: non è stato facile convincerlo a venire a Ravenna. Sono poi lieto di ospitare il premio Strega Domenico Starnone e Paolo Nori, studioso di lettura russa, che potrà tenere la lezione su Dostoevskij cancellata all’università Bicocca di Milano dopo l’invasione in Ucraina".

A ScrittuRa Festival parteciperanno anche personaggi che parleranno di scrittura in ambiti diversi da quello della letteratura: la cantautrice Nina Zilli, l’autrice e conduttrice Andrea Delogu, attori come il comico Pino Insegno o l’istrionico Roberto Mercadini – che racconterà della rivalità tra Leonardo e Michelangelo – e lo scienziato Telmo Pievani che parlerà di ’serendipità’. E ancora Paolo Rumiz con il suo inno all’Europa, il giornalista e podcaster Pablo Trincia con il racconto della tragedia della Costa Concordia, Alessandro Vanoli con un incontro sulla storia del mare e Loredana Lipperini di Rai Radio 3. L’elenco comprende anche Jonathan Bazzi, che ha rotto i tabù sull’Aids, e Antonella Lattanzi, che scrive romanzi ispirati a episodi di cronaca nera. E poi Andrea Marcolongo e Mariù Oliva, la filosofa Ilaria Gaspari, Simona Vinci, Elly Schlein, Vanni Santoni, Riccardo Stagianò e Vera Gheno.

Alcune date sono pensate per i più piccoli, come quelle con Beatrice Masini, scrittrice traduttrice di Harry Potter, con il fumettista Maicol & Mirco e con Francesca Cavallo, autrice di ‘Storie della buonanotte per bambine ribelli’. Previsti infine, incontri dedicati all’editoria.

In attesa dell’inizio del festival, da non perdere le due anteprime di lusso: quella di oggi con lo scrittore cubano Leonardo Padura Fuentes (approfondimento a destra) e quella con Pupi Avati, a Palazzo dei Congressi, sabato 23 aprile, alle 11.30: il regista svelerà il dietro le quinte del suo ultimo film su Dante.

Ingresso libero, senza prenotazione. Il programma sarà pubblicato su www.scritturafestival.com.

Roberta Bezzi

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?