Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
il Resto del Carlino logo
22 mag 2022

Dehors, suolo pubblico gratis fino a luglio

La decisione dell’Unione dei Comuni della Bassa Romagna: poi canone dimezzato fino al 31 dicembre di quest’anno

22 mag 2022
Lo spazio all’aperto di un bar in centro a Lugo
Lo spazio all’aperto di un bar in centro a Lugo
Lo spazio all’aperto di un bar in centro a Lugo
Lo spazio all’aperto di un bar in centro a Lugo
Lo spazio all’aperto di un bar in centro a Lugo
Lo spazio all’aperto di un bar in centro a Lugo

Anche quest’anno l’Unione della Bassa Romagna ha scelto di concedere condizioni favorevoli alle attività commerciali e di servizio che intendono occupare suolo pubblico con tavolini e sedie per ampliare la possibilità di accogliere la clientela. Con una delibera del 5 maggio, la giunta dell’Unione ha infatti approvato le "misure a sostegno alle imprese al fine di accelerare la ripresa economica a seguito dell’emergenza sanitaria legata alla diffusione dell’epidemia da covid 19, e le indicazioni operative per la presentazione delle richieste di occupazione temporanee di suolo pubblico". La decisione è stata quella di prorogare fino al 30 giugno 2022 le indicazioni operative contenute nella delibera della Giunta dell’Unione del 28 maggio 2020 riguardanti l’esonero, per le attività commerciali e di servizio, del pagamento della tassa per l’occupazione del suolo pubblico fino al 31 ottobre 2020. Nella stessa occasione, è stata aggiunta anche la possibilità di ampliare i dehors in parte degli spazi pubblici che in precedenza non erano disponibili.

Nella nuova delibera è stato stabilito di esentare dal pagamento fino al 30 giugno 2022 (dall’1 gennaio 2022) e poi ridurre del 50% fino al 31 dicembre 2022 il canone unico dovuto per le seguenti tipologie di occupazione già in essere o richieste entro il 30 giugno 2022: per le attività di somministrazione di alimenti e bevande, dehors già autorizzati, nuovi dehors temporanei, ampliamenti temporanei di dehors; per le attività di commercio di prodotti alimentari o artigianali con consumo sul posto, dehors già autorizzati, nuovi dehors temporanei, ampliamenti temporanei di dehors; occupazioni di durata limitata nell’arco della giornata a servizio di attività commerciali o artigianali (artigianato di servizio alla persona). Si è inoltre deciso di applicare la stessa misura di sostegno per i titolari di concessioni per l’utilizzo temporaneo del suolo pubblico per l’esercizio del commercio su aree pubbliche. Le facilitazioni valgono per tutti i 9 Comuni dell’Unione. Quanto al tipo di arredo che è concesso allestire sugli spazi pubblici, gli imprenditori con attività nei centri storici potranno chiedere solo per dehors di tipologia A (tavoli, sedie, ombrelloni), mentre all’esterno dei centri storici ne potranno essere autorizzate anche altre tipologie. Per ottenere le facilitazioni, gli imprenditori dovranno presentare richiesta di occupazione temporanea di suolo pubblico, in modalità telematica, tramite il portale Regionale Accesso Unitario https:au.lepida.itsuaper-fe#AreaPersonale, senza marca da bollo. Per valutare, in via preventiva, situazioni particolari, le imprese possono inoltrare richiesta di parere alla mail sportellounico@unione.labassaromagna.it.

Lorenza Montanari

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?