Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
il Resto del Carlino logo
15 giu 2022

"Famiglia, sport e turismo, opposizioni al lavoro"

I punti su cui promettono di impegnarsi i tre candidati a sindaco di Riolo, sconfitti da Federica Malavolti, ora in consiglio comunale

15 giu 2022

Opposizioni già al lavoro a Riolo Terme all’indomani delle elezioni che hanno incoronato Federica Malavolti quale successore di Alfonso Nicolardi sulla poltrona di sindaco del comune appenninico, rimasto saldo nelle mani del centrosinistra. Per due dei quattro consiglieri d’opposizione si tratta di un esordio: è il caso di Alan Giagni, candidato sindaco per Riolo Libera, e di Beatrice Mazzanti, candidata consigliera più votata all’interno di Riolo nel cuore (ha ricevuto 48 preferenze). Mirko De Carli è invece alla seconda legislatura consecutiva, stavolta però come consigliere civico della Lista per Riolo Terme, e non più per il Popolo della famiglia, di cui è uno dei membri a livello nazionale. Seconda legislatura anche per il candidato sindaco di Riolo nel cuore Giovanni Gallinucci, che entrò in consiglio una prima volta vent’anni fa, a 18 anni anni, come indipendente di centrodestra.

Per molti di loro le idee sono piuttosto chiare. "Come facciamo ovunque, punteremo sui temi che ci sono cari – esordisce Mirko De Carli –, e cioè i sostegni a famiglie e imprese familiari, anche attraverso un alleggerimento del cuneo fiscale. Intendo avere un rapporto di buon vicinato con la maggioranza, e impegnarmi perché il territorio si faccia trovare pronto quando a settembre arriveranno i commissari Unesco per giudicare il dossier di candidatura a Patrimonio dell’umanità della Vena del Gesso. Il bilancio 2022 non sarà semplice da chiudere, occorreranno probabilmente alcune variazioni che mi impegno a valutare con la massima serietà".

Alan Giagni promette di impegnarsi in primis per lo sport, in particolare per quelle attività solitamente non presenti nei comuni più piccoli, dove non esistono molte alternative a calcio, basket e pallavolo. "Ad esempio sarebbe importante poter offrire ai giovanissimi l’opportunità di praticare gli sport di contatto, in pieno boom in molte parti del mondo. Dal kick boxing al muay thai: discipline attraverso le quali trasmettere valori quali il sacrificio, l’impegno. Quella che vorrei poi vedere è una piena ripresa del settore degli spettacoli dal vivo, ridotto ai minimi termini dopo la pandemia. Su quel fronte la strada è in salita: ci sarà molto da fare".

Per Giovanni Gallinucci la priorità sarà "portare avanti le nostre proposte per il turismo a Riolo, in modo che possa rinascere, in particolare sotto il profilo termale e delle attività all’aria aperta". Le opposizioni sapranno essere unite? "Io e Alan Giagni abbiamo già avuto un primo confronto. E’ una persona intelligente, riusciremo a collaborare. Sarà importante far sentire la voce delle opposizioni anche all’interno dell’Unione dei Comuni". Su questo fronte, i tre gruppi dovranno probabilmente cercare un accordo per eleggere i due consiglieri che spettano loro: "mi auguro che in questi cinque anni accada quel che non è accaduto negli ultimi cinque", chiosa De Carli, "e cioè che le opposizioni si parlino, superino i personalismi e dialoghino, anche in vista delle presidenze delle commissioni consiliari. Da parte nostre c’è la disponibilità a un tavolo permanente".

f.d.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?