Ferito con un vetro al collo. Scappa e semina il caos

Un 25enne del Gambia arrestato per resistenza, lesioni e danneggiamento. Aggredito in circostanze non chiare, rifiutava le cure poiché clandestino .

Ferito con un vetro al collo. Scappa e semina il caos

Ferito con un vetro al collo. Scappa e semina il caos

Venerdì sera, a Ravenna, nei pressi della stazione ferroviaria, si è verificato un grave episodio di violenza che ha coinvolto un cittadino del Gambia di 25 anni. Il giovane immigrato è stato ferito al collo con un coccio di bottiglia da un altro individuo, poi fuggito, in circostanze ancora da chiarire. Il ferito perdeva molto sangue ma ha rifiutato con insistenza le cure del 118, intervenuti sul posto con un’ambulanza e un medico rianimatore.

Data la gravità della situazione, il personale medico ha richiesto l’intervento dei carabinieri, che sono arrivati con almeno tre pattuglie. Il ferito ha tentato di fuggire attraversando i binari della stazione ferroviaria, per poi ritornare indietro e dirigersi verso il sottopasso ferroviario. Successivamente, si è spostato nel quartiere Darsena, dove era in corso una festa, generando il panico tra la folla poiché continuava a perdere sangue.

Lasciando vistose tracce sull’asfalto del suo passaggio, i militari sono riusciti a rintracciarlo. La situazione era talmente delicata che le forze dell’ordine si sono viste costrette a utilizzare il taser per immobilizzarlo e garantirgli le cure necessarie.

L’individuo è stato arrestato con le accuse di lesioni personali, resistenza a pubblico ufficiale e danneggiamento di un’auto dei carabinieri. Sabato mattina è comparso in tribunale e presentava un vistoso cerotto sul collo, con la ferita giudicata guaribile in 20 giorni. Difeso dall’avvocato Davide Baiocchi, ha patteggiato una pena di 10 mesi, venendo liberato dal giudice senza l’imposizione di misure cautelari. Pare che l’uomo avesse rifiutato le cure inizialmente perché clandestino.