Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
il Resto del Carlino logo
7 giu 2022

Ferrovie, più fermate in riviera Ma non a Ravenna

7 giu 2022
La stazione di Rimini (archivio)
La stazione di Rimini (archivio)
La stazione di Rimini (archivio)
La stazione di Rimini (archivio)
La stazione di Rimini (archivio)
La stazione di Rimini (archivio)

Rimini, Riccione, Misano Adriatico, Cattolica. Manca forse qualcosa?

Nei giorni scorsi la Regione ha annunciato la partenza, dal 12 giugno, dell’orario estivo regionale dei treni: "139 convogli al giorno verso la riviera, corse intensificate, nuovi collegamenti e promozioni per chi viaggia", si legge nella nota che annuncia il servizio. L’iniziativa vuole portare in spiaggia gli abitanti del nord Italia, e difatti nel fine settimana sarà presente un nuovo collegamento ’Torino-Pesaro’ che consentirà agli abitanti di Torino, Asti, Alessandria e Voghera di raggiungere la Romagna. O almeno, la parte sud della Romagna: Ravenna si ritrova infatti ancora una volta isolata. Viene citata solo l’iniziativa ’Marina di Ravenna link’, che "consente di viaggiare da qualunque stazione verso la località della costa ravennate con un solo biglietto treno + bus". Peccato che si tratti di una soluzione molto meno pratica dell’arrivo diretto di un treno: per il turista che sceglie di muoversi su ferrovia è più pratico andare nel Riminese. Va meglio a Cervia: qui fermeranno fino a 44 treni al giorno.

A proposito di ferrovia, ieri mattina la circolazione da Bologna a Ravenna si è fermata per circa 20 minuti: a Barbiano di Cotignola infatti un mezzo pesante, passando su un passaggio a livello, ha urtato un filo posto a protezione della linea di alimentazione elettrica dei treni. I tecnici delle Ferrovie sono intervenuti subito e la circolazione è ripartita non appena è stato stabilito che il cavo non era funzionale al transito ferroviario.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?