Il focolaio covid è stato scoperto qualche giorno dopo le nozze
Il focolaio covid è stato scoperto qualche giorno dopo le nozze

Ravenna, 21 settembre 2021 - Il giorno più atteso: la cerimonia, il ricevimento e la festa con i parenti e gli amici più cari. E poi, dopo alcuni giorni, la doccia fredda: qualcuno evidentemente aveva il Covid e diversi invitati sono stati contagiati, sposo compreso. È quello che è successo a una coppia di ragazzi convolata a nozze nei giorni scorsi: non potevano saperlo ma al matrimonio, nascosto tra gli invitati alla festa, ha partecipato anche il Covid.

Coronavirus oggi: i contagi dell'Emilia Romagna nel bollettino del 21 settembre 2021

E anche qui il virus ha fatto ciò che sa fare meglio: contagiare i presenti e creare disagi a decine di persone. Il ricevimento si è tenuto una decina di giorni fa nel Ravennate. Al momento sono 5 le persone che risultano positive dopo la festa: in seguito alla comparsa dei primi sintomi in una coppia di invitati, anche altre persone nella cerchia degli amici di questi ultimi sono risultati positivi al coronavirus.

L’esito del tampone è stato purtroppo lo stesso anche per lo sposo, che tra l’altro nel frattempo era partito con la moglie in viaggio di nozze: per questo al momento si trova in quarantena fuori dall’Italia, in attesa di poter rientrare una volta tornato negativo. L’ufficio di Igiene pubblica dell’Ausl, che si occupa del tracciamento dei contatti, ha inoltre messo in quarantena altre 12 persone tra i partecipanti al matrimonio: si tratta di coloro più vicini al gruppetto in cui si sono verificati i contagi, e che quindi hanno avuto un contatto più stretto.

Gli altri invitati invece non sono in quarantena: a tutti quanti però l’Ausl ha offerto la possibilità di fare un tampone in quanto ‘contatti occasionali’ dei positivi, e molti di loro hanno preso appuntamento per presentarsi tra ieri e oggi nei punti ‘drive through’ per i test sul territorio. 

In totale risulta che al matrimonio abbiano partecipato 74 persone, a cui si sommano gli sposi: tra questi 8 risultano residenti fuori regione e contattati dall’Ausl hanno risposto di aver già provveduto a sottoporsi a tampone privatamente, 5 sono risultati non rintracciabili e 3 persone hanno rifiutato il test. Gli altri, ovvero tutti coloro che pur non essendo in quarantena hanno colto l’occasione per farsi fare un test, sono circa una quarantina.

Tra i contagiati alcuni hanno i sintomi tipici del virus, ma nessuno è grave: sono tutti in isolamento domiciliare. L’Igiene pubblica dell’Ausl continua a monitorare la situazione per individuare ulteriori positività e circoscrivere così il focolaio, evitando che si espanda ulteriormente. 

sa. ser.

Covid: le ultime notizie

Vaccinato ucciso dal Covid, il primario: "Ma il vaccino resta il solo rimedio al virus" - Covid, gli Usa riaprono al turismo: revocati i divieti per i cittadini Ue - Vaccino Pfizer-BioNTech, lo studio: "Sicuro per i bambini tra 5 e 11 anni" - L'ultimo bollettino in Emilia Romagna