Quotidiano Nazionale logo
5 mag 2022

"Ha portato via cassa e tv con una carriola"

Ennesimo furto da migliaia di euro: ladro solitario al bagno Miramare di Punta Marina. Il titolare: "Non sono arrabbiato ma dispiaciuto"

Cristiano Linari, titolare del bagno Miramare di Punta Marina, mostra la serranda forzata dal ladro per entrare (foto Corelli)
Cristiano Linari, titolare del bagno Miramare di Punta Marina, mostra la serranda forzata dal ladro per entrare (foto Corelli)
Cristiano Linari, titolare del bagno Miramare di Punta Marina, mostra la serranda forzata dal ladro per entrare (foto Corelli)

La cassa automatica per i pagamenti completamente distrutta e svuotata e la serranda forzata. È tutto ciò che resta dell’ennesimo furto da migliaia di euro di bottino e molti di più di danni in uno stabilimento balneare della nostra riviera, il Miramare di Punta Marina. "I ladri sono venuti nella notte tra il 25 e il 26 aprile ma ho letto sul giornale che non sono stato il solo a essere preso di mira in questi giorni – afferma il titolare Cristiano Linari –. Ho le telecamere e nelle immagini si vede un individuo solitario che arriva dalla spiaggia tra le 2.45 e le 3.45". Non è ecluso che possa essere lo stesso che nelle ultime settimane ha fatto incursione in diversi esercizi commerciali di Ravenna e che, con la bella stagione, si sia spostato verso il mare. "Da me è stato particolarmente fortunato – racconta Linari – perché nella cassa automatica dei pagamenti, oltre agli spicci, ha trovato l’intero incasso del 25 aprile e non solo: in tutto circa duemila euro. Il problema è che quella cassa pesa 30 chili ed è blindata e allora lui l’ha caricata su una carriola che usiamo per i lavori al bagno, insieme a un televisore 65 pollici che è sparito. Poi la cassa l’ha aperta fuori, in pineta, a 500 metri dal bagno, dove è stata trovata dai carabinieri che me l’hanno riportata completamente distrutta e aperta probabilmente con un piede di porco". Il titolare del Miramare fa poi la conta di bottino e danni: "Oltre ai duemila euro in contanti, il televisore valeva circa mille euro ma quel che è peggio è che la cassa automatica è da ricomprare nuova: mi sono fatto fare un preventivo e mi costerà più di 8mila euro".

Fortunatamente Linari ha un’assicurazione contro i furti ma non è solo una questione di soldi: "Questa persona rischia la vita per qualche euro e io mi sento violato. Il ladro, infatti, ha aperto tutti i cassetti, compresi quelli con i nostri vestiti".

Del blitz si è accorta la compagna del titolare, quando è andata ad aprire il 26 aprile intorno alle 8.30. "Subito non si è accorta di niente – dice Linari –. Ha trovato la serranda un po’ alzata e poi è entrata e ha visto che mancava la cassa automatica, così mi ha chiamato. E io mi sono messo a ridere. Non sono arrabbiato, più che altro dispiaciuto e rassegnato: come se non bastassero tutti i problemi che abbiamo. Se viene qualcuno che ha bisogno e mi chiede 50 euro glieli dò ma fare una cosa del genere no. Poi, se anche lo prendessero, non succederebbe niente". Sull’episodio indagano i carabinieri.

Milena Montefiori

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?