Quotidiano Nazionale logo
17 apr 2022

I ’Giardini’ dei sogni di Myrna e Attilio

Il parco verrà inaugurato a Castiglione di Cervia il 25 aprile: presenti tulipani, carpe, mostre e un’area giochi

I tulipani del progetto ’Tulilove’ ai ’Giardini di Myrna’ di Castiglione di Cervia Il parco verrà inaugurato ufficialmente il 25 aprile
I tulipani del progetto ’Tulilove’ ai ’Giardini di Myrna’ di Castiglione di Cervia Il parco verrà inaugurato ufficialmente il 25 aprile
I tulipani del progetto ’Tulilove’ ai ’Giardini di Myrna’ di Castiglione di Cervia Il parco verrà inaugurato ufficialmente il 25 aprile

Il 25 aprile, a Castiglione di Cervia, verrà inaugurato ’I Giardini di Myrna’, un parco creato dalla Fondazione Myrna Medri e Attilio Marzorati. Al ’taglio del nastro’ ci saranno il sindaco Massimo Medri e il Comitato del 25 aprile di Castiglione di Cervia. I Giardini sono nati nell’ambito dei terreni di proprietà della Fondazione, sorta su impulso di Attilio Marzorati nel 2019 in ricordo della moglie Myrna. Dopo la scomparsa anche di Marzorati, nel 2020, la fondazione è diventata erede universale, raccogliendo anche il testimone del progetto di un parco che potesse ospitare le iniziative educative, ricreative e sociali della fondazione stessa.

Partiti i lavori nel giugno del 2021, i Giardini di Myrna sono stati aperti il 9 aprile scorso (anche se l’inaugurazione ufficiale – come detto – sarà il 25 aprile). All’interno sono presenti numerose varietà di piante e di fiori, alcune anche molto rare, recuperate tra le schede botaniche realizzate da Myrna e Attilio. Il parco ospita inoltre un’area giochi e un laghetto (un giardino acquatico visto la presenza di ninfee, fiori di loto e altre piante acquatiche), nel quale sono stati liberati oltre 500 pesci tra carpe koi, pesci rossi e cambuse.

In occasione dell’apertura, poi, è stato inaugurato il progetto ’Tulilove’, con un’area dei Giardini dedicata alla piantumazione di oltre 30mila tulipani olandesi. L’accesso è libero e nella zona del ’Tulilove’ è possibile fotografare e raccogliere i fiori – con un piccolo contributo che andrà a sostenere i progetti della fondazione – con il loro bulbo, per permettere una nuova fioritura in futuro.

Dal 25 al 28 aprile, inoltre, i Giardini ospiteranno la mostra fotografica ’War sucks’ del cesenate Francesco Gilardi che ha documentato l’ingresso dei profughi ucraini in Polonia. Una rassegna e una location che uniscono le due grandi passioni di Myrna e Attilio: la botanica e la fotografia.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?