"Il settore è in crisi, ma noi non molliamo"

Il Circolo Nautico compie 70 anni e guarda al futuro col presidente Savelli: "Da noi scuola vela e centri estivi"

"Il settore è in crisi, ma noi non molliamo"

"Il settore è in crisi, ma noi non molliamo"

Cervia: voglia di mare e di sport. Anche nel 2023 tornano le attività del Circolo Nautico ‘Amici della Vela’ che quest’anno compie 70 anni. A raccontare progetti e prospettive è il presidente Sergio Savelli.

Presidente, intanto, il Circolo Nautico ha subito danni con l’alluvione?

"Fortunatamente le strutture del Circolo non hanno subito danni importanti dall’alluvione, poiché la mareggiata è stata causata da venti di nord-est".

Quali attività sono in programma quest’estate?

"A partire da giugno l’attività si concentra sulla scuola vela e sui centri estivi per ragazzi che vedono impegnati una quarantina di allievi alla settimana, inoltre continuano i corsi per la patente nautica ed i corsi di vela d’altura per la formazione degli skipper del futuro. Abbiamo poi in programma le nostre classiche manifestazioni e veleggiate mentre a fine di luglio ci sarà una giornata commemorativa in occasione del 70° anniversario della fondazione del Circolo Nautico".

Voi rappresentate un’offerta turistica?

"Con i suoi 70 anni di storia siamo un’istituzione. Il Circolo collabora a tutte le manifestazioni che coinvolgono la città, dallo Sposalizio del Mare alla Rimessa del Sale, a ‘Cervia, la spiaggia ama il libro’ e alle innumerevoli iniziative che vedono il mare e la sua storia come protagonista".

Quali sono le tendenze verso il settore della nautica? Le patenti ad esempio che segnali registrano?

"Il settore sta attraversando un periodo critico che risente della crisi occupazionale ed economica generale, i costi di gestione delle imbarcazioni sono molto aumentati a discapito della piccola nautica che dovrebbe essere invece il motore trainante; molti appassionati si rivolgono alle agenzie di charter e navigano in mari più ospitale (Croazia e Grecia), poiché in Italia la situazione degli approdi nautici è ancora molto precaria e poco organizzata, mentre potrebbe rappresentare un enorme volano di sviluppo di un settore turistico di notevole valore economico e culturale. I nostri corsi per la patente nautica a cui partecipano annualmente una quarantina di iscritti hanno molto successo e vedono un’alta percentuale di promossi".

Ci sono novità in vista?

"Stiamo realizzando un nuovo ingresso al Circolo più consono al ruolo che esso svolge nel rinnovato lungomare di Milano Marittima che termina proprio a ridosso della nostra sede. Abbiamo provveduto ad una nuova disposizione e razionalizzazione degli spazi interni".

Ilaria Bedeschi