In via Cicognani 23 nuovi appartamenti

Costruzione di 23 nuovi appartamenti di edilizia residenziale sociale in via Cicognani 15, finanziati dalla Regione e dal Comune, per un investimento complessivo di 7.464.000 euro. Interventi anche in via Dorese e Missiroli per un totale di 12 milioni.

Ventitrè nuovi appartamenti di edilizia residenziale sociale saranno costruiti in via Cicognani 15 al posto del fabbricato di proprietà del Comune, ora disabitato, restituito dall’Ausl. Un investimento di 7.464.000. milioni, di cui 5.295.116. finanziati dalla Regione, e 2.168.883. dal Comune. "Nel 2024 – spiega l’assessore comunale ai Lavori Pubblici, Federica Del Conte - verrà completato iI progetto esecutivo, poi Acer sarà la stazione appaltante per selezionare la ditta che eseguirà i lavori. Si prevedono anche una serie di servizi, tra cui la desigillazione dei parcheggi esistenti e il riassetto delle aree verdi con particolare attenzione ai principi di sostenibilità ambientale. A questo si aggiungono altri due interventi per la riqualificazione dei 40 alloggi in via Dorese al numero civico 73 (per un valore di 2.073.866 euro) e altri 49 al civico75 (2.854.223. euro), che migliorano la vivibilità di queste abitazioni e portano il totale a oltre 12 milioni.

L’intera operazione rientra nel Piers, il progetto di rigenerazione sociale, ambientale, architettonica e funzionale del San Biagio nord, approvato dalla Regione Emilia-Romagna, e per realizzarla il Comune si servirà di Acer, l’ente che gestisce il patrimonio di edilizia residenziale pubblica. "Nel rispetto dei tempi previsti nell’accordo con la Regione per il Piers – aggiunge Del Conte - abbiamo approvato i progetti definitivi e ora inizieremo a occuparci della progettazione esecutiva. Inizieremo con l’intervento in via Cicognani per garantire una maggiore offerta di appartamenti di edilizia residenziale pubblica. Per far fronte all’importante incremento dei prezzi e completare questo progetto per noi strategico, abbiamo previsto di realizzare le opere ripartendole in diverse annualità e valuteremo anche altre forme di finanziamento". "A questi interventi se ne aggiungono altri in programma sempre finanziati con il Piers e il Pnrr" - dichiara Gianandrea Baroncini, assessore alle Politiche sociali e abitative - e precisamente 30 appartamenti riqualificati in via Missiroli ai civici 1, 5 e 9".

"Anche quest’anno – dice - cercheremo in assestamento di dare un ulteriore contributo ad Acer. Serve un piano nazionale che indichi una strategia. Come in tante città anche a Ravenna è sempre più difficile trovare casa, nel mercato privato degli affitti si assiste a una progressiva diminuzione dell’offerta e a un significativo aumento dei prezzi, che pone molte famiglie in una situazione di difficoltà sempre maggiore nella ricerca di una casa". L’assessore fa riferimento a un aumento degli sfratti, alle conversioni di appartamenti in bed and breakfast, agli affitti a giornata, alla mancanza di alloggi per studenti, lavoratori e professionisti fuori sede. Il tutto in un contesto nel quale da una recente indagine della Agenzia delle Entrate, circa il 25% degli alloggi esistenti risulterebbe non utilizzato. "È evidente che in una situazione come questa, di crescente emergenza abitativa accompagnata da un calo significativo delle risorse pubbliche a disposizione, la prima azione su cui occorre lavorare è il coinvolgimento dei privati per allargare il numero degli alloggi da mettere a disposizione delle politiche pubbliche".

Maria Vittoria Venturelli