Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
il Resto del Carlino logo
25 giu 2022
25 giu 2022

Incendio doloso all’ex multisala Astoria

Allarme giovedì sera, alcuni automobilisti hanno visto fiamme e fumo sprigionarsi dal cinema di via Trieste. Rogo subito domato

25 giu 2022

È sempre travagliata l’esistenza della Multisala Astoria in via Trieste. L’immobile è chiuso in seguito ai danni subiti dal tetto a causa del fortunale dell’estate 2017. Rientra nel patrimonio immobiliare dell’Acmar che sta completando con successo la fase concordataria. Giovedì sera, all’interno dell’Astoria è scoppiato un incendio. A dare l’allarme sono stati alcuni automobilisti che hanno visto le fiamme svilupparsi all’interno del salone d’ingresso dell’ex cinema Astoria. Erano circa le 21.30 di giovedì. Pochi minuti e i vigili del fuoco giunti sul posto hanno avuto ragione delle fiamme. Una volta all’interno, i pompieri hanno trovato alcuni rotoli di carta che bruciavano. Sul posto i Carabinieri di Ravenna che hanno avviato alle indagini, iniziando con la raccolta dei filmati delle telecamere di videosorveglianza presenti in zona. Considerata la dinamica, pare certo che l’incendio sia di origine dolosa. La multisala è al centro delle aste giudiziarie del Tribunale di Ravenna. L’ultima si è svolta il 18 maggio, con il prezzo che è sceso sotto il milione di euro: 780mila euro. Non c’è stata aggiudicazione.

Fu messo all’asta per la prima volta nel febbraio del 2020, con prezzo base fissato a 5 milioni e 290mila euro. Cifra che poi era già calata a 3 milioni e 240mila euro nel successivo aprile, mentre a settembre 2020 il prezzo era sceso a 2 milioni e 430mila euro. Altra asta il 25 febbraio 2021 con prezzo fissato a 2 milioni. Scesi a 1,6, 1,2, 780mila, cifra che scenderà ancora in occasione della prossima asta. Nel gennaio scorso erano stati aggiudicati all’asta Palazzo Spreti di via Costa e i due edifici di via Girolamo Rossi, inseriti anche loro nella fase concordataria di Acmar. Ad aggiudicarrsi gli immobili è stato il Gruppo Rainone, lo stesso che sta portando avanti i lavori per l’approfondimento dei fondali portuali.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?