Valentina Arrivabene
Valentina Arrivabene

Cervia (Ravenna), 13 agosto 2019 - Valentina Arrivabene non risponde alle domande. Ieri la ragazza di 28 anni arrestata dai carabinieri domenica mattina a Cervia per aver travolto verso le 4.30 con la sua auto il ciclista 25enne Stefano Baldisserra (magazziniere di Cervia che lavorava a Cesena), poi morto per le ferite riportate, è comparsa davanti al giudice per l’udienza di convalida. Davanti al gip Andrea Galanti e al pm Antonio Vincenzo Bartolozzi la ragazza si è avvalsa della facoltà di non rispondere, ma ha fatto dichiarazioni spontanee. Ha detto di essere disperata per ciò che è accaduto e in lacrime ha continuato a parlare di un suo 'black out' mentale. Ha  sostenuto di non essersi accorta di nulla, forse, ha spiegato, anche a causa della musica molto alta.

Il pm ha chiesto la convalida dell'arresto e la custodia cautelare in carcere. L'avvocato difensore della giovane, Carlo Benini, si è rimesso a giustizia sulla convalida e ha chiesto i domicliari. Sempre la difesa ha depositato documentazione medica sulla ragazza che ha definito essere "importante". Nelle prossime ore sono attese le decisioni del giudice.

false


Sempre in giornata, il pm di turno Antonio Vincenzo Bartolozzi conferirà l’incarico per l’autopsia sul 25enne. La difesa (avvocato Carlo Benini) ha già annunciato che darà incarico a un proprio consulente. Più che le cause, evidentemente la Procura mira a fare luce sul momento del decesso: se cioè le lesioni siano compatibili con una morte sul colpo o se invece, nel caso di soccorsi immediati, il 25enne avrebbe magari potuto avere qualche chance di sopravvivenza.

Intanto sul punto della tragedia, sono stati molti quelli che hanno voluto ricordare Stefano lasciando mazzi di fiori in cui spiccava qualche girasole. L’ultimo a vederlo in vita, è stato Mario Zattoni, amico sin dai tempi dell’asilo. Insieme erano andati in bici prima in pizzeria e poi a ballare. Al ritorno, avevano scelto strade diverse: "Ho salutato Stefano – ha ricordato commosso Mario –. L’ho salutato non sapendo che sarebbe stata l’ultima volta".