Quotidiano Nazionale logo
25 apr 2022

La segnalazione di Ancisi (LpRa): "Sicurezza sulle draghe, controlli della Capitaneria"

Le draghe Fincantieri presenti nel porto di Ravenna sono state oggetto di controlli da parte della Capitaneria di porto. Questo, in seguito alla denuncia firmata di un "lavoratore cantiere", inviata a tutte le autorità locali competenti e ai sindacati Cgil, Cisl, Uil e Ugl, per "segnalare alcune mancanze della sicurezza sul lavoro che avvengono nel cantiere sito in via Trieste e gestito da Fincantieri Dragaggi Ecologici per conto dell’Autorità Portuale di Ravenna". A rendere noto tutto ciò è il capogruppo di Lista per Ravenna, Alvaro Ancisi. Nella denuncia (che Ancisi allega alla sua nota) si legge che "da tre settimane, il mezzo navale Deco1, utilizzato per dragare i fanghi di taluni fondali del porto canale, avrebbe un’avaria al motore riparabile solo a secco in un cantiere navale. Sarebbero state tentate due riparazioni con esito negativo, ma ciò nonostante, la draga opererebbe senza sicurezza di notte, e in caso di vento non riesce a manovrare. La necessità viene attribuita al ritardo delle operazioni rispetto ai tempi previsti". Poco più avanti si legge che "problemi di sicurezza del lavoro notturno sarebbero inoltre prodotti dall’inesistenza dei mezzi navali in appoggio alla draga: il trasporto di container da 30-40 tonnellate via pontoni avverrebbe in maniera non sicura tra la draga e il pontone operato da Fincantieri Opere Marittime. Specie di notte, il personale opererebbe per 12 - 13 ore al giorno".

In discussione anche "la regolarità della registrazione delle presenze e del personale usato su più mezzi. La parte terrestre dell’area di cantiere versa peraltro in completa assenza di illuminazione e norme di sicurezza non seguite, con l’addetto alla sicurezza cantiere non presente durante le varie operazioni". "Ci è poi pervenuta informalmente la notizia che la denuncia ha già prodotto la visita della Capitaneria di porto a bordo delle draghe della Fincantieri, più d’una sembra, non solo la Deco1". Di qui la richiesta di Ancisi al sindaco de Pascale di acquisire informazioni sulla vicenda.

lo.tazz.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?