Quotidiano Nazionale logo
23 apr 2022

Ladro solitario fa razzìa nei ristoranti del centro

Nel mirino ‘La Gardèla’ di via Ponte Marino e ‘Il Mare di Felice’: bottino da oltre 2mila euro. Tentato blitz all’istituto di bellezza di Elisa Rossi

È caccia al ladro solitario che, dopo i blitz di due settimane fa, nella notte tra giovedì e ieri è andato dritto fino al cuore di Ravenna ed ha colpito in due noti ristoranti che si trovano proprio sotto i varchi che monitorano gli accessi al centro della città: ‘La Gardèla’ di via Ponte Marino 3 e ‘Il Mare di Felice’, al civico 2 di via Pellegrino Matteucci. Pochi minuti e il bandito dal volto travisato e i guanti, con ogni probabilità lo stesso che nella notte tra il 7 e l’8 aprile ha fatto razzìa in negozi e ristoranti della zona Circonvallazione San Gaetanino-viale Cilla, è fuggito con un bottino di oltre duemila euro. Il tutto dopo avere seminato danni per altre centinaia di euro, forzando le porte di ingresso dei due ristoranti del centro. Sui colpi indaga la polizia, intervenuta con le Volanti nei luoghi dei blitz ieri mattina, intorno alle 8, dopo essere stata allertata dagli stessi titolari affranti e arrabbiati.

"Era da un po’ di anni, circa una decina, che i ladri non venivano – racconta il titolare de ‘La Gardèla’, Mauro Mambelli – ma adesso sono tornati e contiamo i danni e quello che manca". Ad accorgersi del furto nello storico ristorante di via Ponte Marino è stata la sfoglina Anna Maria Bono. "Sono arrivata che mancavano cinque minuti alle 8 – racconta la donna – e ho trovato la porta aperta. Mi sono spaventata e ho chiamato la polizia". Volanti e titolari, giunti sul posto, hanno tentato di ricostruire quanto accaduto. "Il ladro ha tentato di forzare la porta di servizio ma non c’è riuscito – spiega Brunella Mambelli, contitolare del locale insieme al fratello Mauro –. Così ha provato con quella principale, forse con un cacciavite, e ce l’ha fatta. A quel punto è entrato ed è andato dritto al banco portando via fondocassa, i soldi delle mance e altro denaro che ha trovato. Poi ha rovesciato tutto ed è andato negli spogliatoi dei ragazzi al piano di sopra ma lì non c’era nulla ed è fuggito". Di più non si sa, visto che il locale è sprovvisto di telecamere ma poco lontano sono presenti i varchi che monitorano gli accessi al centro della città, le cui immagini sono al vaglio della polizia.

Polizia che alle 8.30 di ieri è stata chiamata anche dai titolari del ristorante ‘Il Mare di Felice’ dove è stato messo a segno un colpo fotocopia ma qui le telecamere del locale hanno ripreso tutto. "Il ladro – racconta Giordana Zeru, titolare con Roberto Greco – ha forzato la porta ed è andato dritto ai soldi. Ha portato via 250 euro di fondo cassa, le mance e altri soldi dall’ufficio dove si è diretto quasi come se sapesse dove si trova. Non so, siamo affranti, non ce lo aspettavamo. Non ci sentiamo più sicuri". "Il problema – aggiunge Roberto Greco – è che l’allarme ha suonato solo una volta alle 4 ma il colpo c’è stato intorno alle 2 meno cinque, come abbiamo visto dalle telecamere. Ho controllato le telecamere collegate al cellulare alle 4 ma non mi sono accorto di niente. A lanciare l’allarme è stato il ragazzo che viene a prendere le tovaglie da lavare. Ora conteremo i danni e monterò una serratura nuova così risparmio ma comunque mi costerà circa 300 euro, oltre al migliaio di bottino". Nei giorni scorsi i ladri hanno forzato pure la porta di ingresso dell’istituto di bellezza di Elisa Rossi in via Ponte Marino ma fortunatamente non sono riusciti a entrare. "Martedì mattina – racconta la titolare – la mia collega ha trovato un pezzo di ferro incastrato nella porta ma per fortuna nessuno è entrato. Quello dei ladri sta diventando un grosso problema perché qui stanno passando tutte le attività. Le forze dell’ordine si vedono durante il giorno ma dovrebbero passare sempre la notte. Siamo disperati".

Milena Montefiori

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?