Quotidiano Nazionale logo
22 apr 2022

Le cento primavere di Teresa tra ricamo e la passionaccia per la Juve e i motori

Oltre a quella per il ricamo, continua a coltivare una grande passione per lo sport, in particolare per la sua amata Juve e per i motori. Ma a tagliare un invidiabile traguardo questa volta è stata lei: Teresa Montuschi, la nonnina cotignolese che mercoledì ha festeggiato cento anni con i familiari, parenti e amici. All’evento era presente anche il sindaco di Cotignola Luca Piovaccari che le ha consegnato un omaggio floreale.

Teresa nacque a Faenza il 20 aprile 1922, da Giulio Montuschi e Maria Casadio, agricoltori di Prada. Il 15 settembre 1945, nella stessa città manfreda, convolò a nozze con Sergio Gatta e l’anno successivo nacque il loro figlio Tiziano. A Cotignola la neocentenaria aprì un negozio di pollame, sotto al mercato coperto. Il papà Giulio, grazie al suo trascorso da agricoltore, le procurava gli animali e lei il venerdì, giorno di mercato, li macellava per la vendita. Come detto, le sue passioni sono il ricamo, il calcio e la velocità: sempre aggiornata sulle notizie sportive, è un’appassionata tifosa della Juve e segue il Moto Gp e la Formula Uno, tifando per Valentino e la Ferrari. Il ricamo è l’altra sua passione, a cui si è dedicata insieme alla sua amica storica Colomba Benini: "Per anni nel tempo libero abbiamo sferruzzato talmente tanto che abbiamo regalato pizzi e merletti a tutti gli amici e parenti: ora regalerò un centrotavola al sindaco".

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?