Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
il Resto del Carlino logo
25 mag 2022

Lido di Savio, stop temporaneo al bagno in mare

Provvedimento per quasi tutta la spiaggia e per un breve tratto a Casalborsetti: "Speriamo di rimuoverlo da domani"

25 mag 2022
Bagnanti in spiaggia in una foto di repertorio
Bagnanti in spiaggia in una foto di repertorio
Bagnanti in spiaggia in una foto di repertorio
Bagnanti in spiaggia in una foto di repertorio
Bagnanti in spiaggia in una foto di repertorio
Bagnanti in spiaggia in una foto di repertorio

Le analisi hanno mostrato una concentrazione troppo alta di batteri nell’acqua. E così temporaneamente non si potrà fare il bagno in mare a Lido di Savio e in un breve tratto a Casalborsetti.

Per quanto riguarda Lido di Savio il tratto di spiaggia in cui il bagno è stato interdetto comprende la quasi totalità dell’arenile della località: va infatti da 350 metri a sud del molo sud foce Savio (il ’confine’ naturale che divide Lido di Savio a nord rispetto a Lido di Classe) fino a 150 metri a nord del molo scolo Cupa (corso d’acqua che si trova invece già a Milano Marittima, poco dopo il confine tra le due località). Il provvedimento, come quello che riguarda Casal Borsetti, è stato preso dal Comune sulla base delle analisi microbiologiche dell’Ausl Romagna, che nei punti in questione hanno mostrato una concentrazione superiore ai valori limite dei parametri di escherichia coli ed enterococchi intestinali. Il tratto di spiaggia interdetto alla balneazione a Casalborsetti è invece più breve, e va dal piede molo sud del canale Destra Reno fino a 160 metri a sud della foce.

Il Comune sottolinea che il divieto di balneazione è solo temporaneo ed è "da ritenersi configurabile come di breve durata – scrivono da Palazzo Merlato –. Saranno quindi eseguite ulteriori analisi allo scopo di valutare l’avvenuto ripristino di una situazione di idoneità alla balneazione, auspicabilmente a partire da giovedì (domani, ndr)". I divieti saranno segnalati con appositi cartelli e verranno revocati non appena un nuovo rapporto di Arpae attesterà il rientro dei valori nei limiti previsti dalla legge.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?